Phil Collins e l'autobiografia

Phil Collins - Not Dead Yet - The Memoir

Si intitolerà Not Dead Yet l'autobiografia di Phil Collins, che uscirà il 25 ottobre per la collana Crown Archetype. Ecco le prime indiscrezioni sul racconto di una vita piena di luci e ombre.

Il libro di memorie racconterà i tre matrimoni falliti di Phil, i suoi problemi con l'alcol e con la salute. "Nella mia vita ci sono stati tanti momenti meravigliosi. I molti alti sono più dei pochi bassi", ha dichiarato. "Sono stato onesto ad ammetterli tutti, anche nei casi più imbarazzanti".

 

I video di questo articolo sono tratti dal concerto di Phil a Losanna il 3 giugno 2016

Un'autobiografia cui Collins pensa da un bel po' di tempo e il momento giusto è arrivato. Il perchè lo ha spiegato lui stesso. "Mi sono successe cose, che mi obbligano a fare il punto della mia vita", ha raccontato. "Sotto tanti punti di vista ho avuto una vita da sogno, esperienze che vale la pena raccontare in un libro. Sono stato incredibilmente fortunato, ma ho anche lavorato sodo. Ho collaborato con alcuni dei miei idoli, scritto canzoni che la gente ha amato e abbondantemente superato il mio obiettivo iniziale, cioè vivere suonando la batteria".

Nel suo sito ufficiale Phil Collins mostra le due copertine del libro. Questa è per il Regno Unito e il resto del mondo:

Phil Collins - Not Dead Yet - Autobiography

e questa sarà limitata a Usa e Canada:

Phil Collins - Not Dead Yet - Autobiography

I formati saranno libro classico con copertina rigida, ebook e audiobook. In Italia per ora è disponibile in prenotazione solo la versione in inglese su Amazon, in formato copertina rigida e ebook.

Not Dead Yet non è il primo libro pubblicato da Phil Collins come scrittore. Il precedente si intitola The Alamo and Beyond: A Collector's Journey, e racconta la sua famosa collezione di memorabilia della Battaglia di Alamo.

Un momento importante per Phil, che ha recentemente deciso di rimasterizzare tutto il suo catalogo in cd e vinile con edizioni deluxe e vari extra.

Non solo, a Miami l'11 marzo e a Losanna il 3 giugno 2016, Phil è tornato a esibirsi dal vivo. Vedi i video che corredano questo articolo sulla recente esibizione in Svizzera.

Niente male per uno che aveva dichiarato di voler andare in pensione.
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *