Mike Rutherford: 40 anni di Smallcreep’s Day, uscito il 15 febbraio 1980 – AUDIO, VIDEO e i RICORDI di MIKE

Storie e Memorie indimenticabili, attraverso audio, video, documenti e molto altro ancora.

By D.B.

Select Language

English English Italiano Italiano

mike-rutherford-smallcreep-s-day

Smallcreep's Day è il primo album in studio da solista di Mike Rutherford, pubblicato il 15 febbraio 1980 dalla Charisma Records.

Il disco ha una struttura particolare ed è uscito in due versioni diverse in Europa e in USA.

"Non morivo dalla voglia di fare un disco da solista, ma ho pensato che poteva essere piuttosto divertente", racconta Mike nella sua autobiografia:

Mike lo ha registrato nel 1979 durante un periodo di inattività dei Genesis, durante il quale lui e Tony Banks hanno realizzato i loro primi album da solista. 

La title track di 24 minuti è basata sul romanzo "Smallcreep's Day" di Peter Currell Brown del 1965, che racconta la storia del signor Smallcreep e il viaggio alla scoperta di se stesso, attraverso la catena di montaggio della fabbrica in cui ha lavorato per quarant'anni. Rispetto all'originale cui è ispirata, la storia narrata da Mike nell'album prevede un happy end.

Rutherford ha utilizzato brevi idee musicali sviluppate in diversi anni e inutilizzate. Questi brani sono diventati una lunga canzone che occupa un intero lato del vinile.

"Una delle cose più belle del fare il disco era decidere con chi volevo lavorare - ricorda Mike -: Simon Phillips, un batterista che avevo sempre ammirato; Noel McCalla, un cantante di session con una voce molto alta, e Ant (Anthony Phillips, N.d.R.) alle tastiere. In qualsiasi altra band, un componente che lavora con altri musicisti avrebbe causato un incidente diplomatico, tipo: "Cosa c'è che non va in noi?" Ma Tony stava cogliendo anche lui l'occasione per fare un album da solista mentre Phil era via e il legame tra di noi era tale che non ci siamo mai sentiti minacciati da nessun a delle cose che abbiamo fatto al di fuori della band."

La copertina è stata disegnata e illustrata da Storm Thorgerson e Aubrey Powell di Hipgnosis, che avevano prodotto quelle degli album dei Genesis "A Trick of the Tail", "Wind & Wuthering" e "...And Then There Were Three....".

"Storm Thorgerson aveva progettato diverse copertine per i Genesis e
quindi mi è sembrata una scelta naturale per il design di Smallcreep's Day", 
ricorda Mike.

Dopo aver scelto un'immagine che voleva sulla copertina, l'idea di Thorgerson prevedeva di spruzzarla con l'inchiostro in fase di sviluppo, in modo che questa venisse fuori solo in parte. Sono state prodotte sei diverse versioni, e Rutherford ha scelto il design che gli piaceva di più.

"Come album Smallcreep's Day è abbastanza forte dal punto di vista strumentale, ma il suo vero valore è stato come un soffio di aria fresca creativa - ricorda ancora Mike -. A differenza di altre band, i nostri progetti solisti non sono mai stati una reazione all'insoddisfazione per quello che facevamo come gruppo. Avevamo lavorato sempre su progetti solisti tra un album e l'altro. È stata una delle cose che ci hanno caratterizzato in modo unico come band e che ci ha fatto andare avanti. Abbiamo imparato ad apprezzare gli altri membri della band e, poiché stavamo facendo qualcosa di diverso e ci stavamo sfidando individualmente."

L'album ha raggiunto il numero 13 nella classifica degli album del Regno Unito e il numero 163 nella Billboard 200 degli Stati Uniti.

Rutherford ha pubblicato due singoli dell'album. Il primo, "Working in Line" con il brano non inserito nell'album "Compression" sul lato B, è stato pubblicato nel febbraio 1980. Un secondo, "Time and Time Again" e "At the End of the Day", è stato pubblicato a luglio.

La seguente Track list è tratta dalla versione originale britannica. Le due parti sono state scambiate in quella statunitense:

Lato A
No. Titolo Lunghezza
1. "Smallcreep's Day"
I. "Between the Tick & the Tock"
II. "Working in Line"
III. "After Hours"
IV. "Cats and Rats (In This Neighbourhood)"
V. "Smallcreep Alone"
VI. "Out Into the Daylight"
VII. "At the End of the Day"
24:41

Lato B
No. Titolo Lunghezza
1. "Moonshine" 6:26
2. "Time and Time Again" 4:54
3. "Romani" 5:27
4. "Every Road" 4:15
5. "Overnight Job" 5:44

Musicisti:

Anthony Phillips – Tastiere
Noel McCalla – voci
Simon Phillips – batteria
Morris Pert – percussioni
Mike Rutherford – chitarre, bassi

Ecco, nella versione multimediale di Horizons Radio, i segreti di un capolavoro che sorprese tutti (o quasi) - in italiano:


  1. Smallcreep's Day, il primo album di Mike Rutherford - 1.a Parte
    Horizons Radio

    0:34

 


  1. Smallcreep's Day, il primo album di Mike Rutherford - 2.a Parte
    Horizons Radio

    0:34


  1. Smallcreep's Day, il primo album di Mike Rutherford - 3.a Parte
    Horizons Radio

    0:28


  1. Smallcreep's Day, il primo album di Mike Rutherford - 4.a Parte
    Horizons Radio

    0:35


  1. Smallcreep's Day, il primo album di Mike Rutherford - 5.a Parte
    Horizons Radio

    0:17

 


  1. Smallcreep's Day, il primo album di Mike Rutherford - 6.a Parte
    Horizons Radio

    0:17


  1. Smallcreep's Day, il primo album di Mike Rutherford - 7.a Parte
    Horizons Radio

    0:51

Angolo del Collezionista:

[ebayfeedsforwordpress feed="http://rest.ebay.com/epn/v1/find/item.rss?keyword=Mike+Rutherford&categoryId1=1&sortOrder=BestMatch&programid=15&campaignid=5337936211&toolid=10039&listingType1=All&descriptionSearch=true&feedType=rss&lgeo=1" items="18"]

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Horizons Radio MAIL: CLICCA QUI

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'