Archivi categoria: Anthony Phillips

Video Memories: Genesis Roundhouse gig, the only video with Anthony Phillips – 11/3/1970

Video Memories, Genesis & Co. History through videos.

By D.B.

EnglishItalianSpanishChinese (Traditional)PortugueseRussianFrench

11-Mar-1970 - Genesis Roundhouse gig performed and filmed by Yoko Ono.

E' un rarissimo video dei Genesis in concerto in quel periodo.  E' girato all'Atomic Sunrise Festival, l'11 marzo 1970 al Roundhouse Club di Londra. L'unico in cui appare Anthony Phillips.

Ant in questa fase sta per lasciare i Genesis.

"La fobia del palco era molto più che una semplice paura, era terrore", racconta Mike Rutherford nella sua autobiografia The living years.

Ant è molto dimagrito e appare distrutto, ma la band non ha il tempo per accorgersi di ciò che sta accadendo nell'animo dell'amico. E' un momento in cui le cose sembrano muoversi. Hanno appena registrato Trespass (uscirà in autunno) e sono in tour, anche se le date non sono da grandi numeri.

Tra i tanti impegni dei Genesis in quel periodo c'è la registrazione dei Jackson Tapes il 9 gennaio 1970 ai BBC Studios Shepherds Bush di Londra. ASCOLTA LO SPECIALE DI HORIZONS RADIO.

"Dopo le session di registrazione mi sentivo come uno  zombie", ha raccontato  Phillips nel 2007. In più ha avuto problemi di salute, probabilmente legati al troppo lavoro. 

"Ero mentalmente e fisicamente debilitato - ha raccontato sette anni dopo Ant ad Armando Gallo e riportato nel suo libro Genesis: I Know What I Like -.  Eravamo un branco di perfezionisti.  Dopo ogni concerto c'erano sempre lunghe, lunghe, lunghe autopsie".

La musica che ama tanto sta diventando per Ant causa di infelicità e la sua buona educazione inglese gli impedisce di affrontare a muso duro i compagni per cercare di cambiare le dinamiche della band. "Non mi sentivo più amico di nessuno - continua Ant - ero come alienato. Eravamo ormai divisi in due gruppi che avevano perso la loro strada". 

Mike è il primo a conoscere le intenzioni di Ant. Poco prima di un concerto al Richmond Rugby Club si sono appartati ed è arrivata, come una doccia fredda, la rivelazione. Rutherford sa che l'amico ha paura del palco, ma non c'è stato tempo per approfondire il discorso e Ant non ne aveva più fatto cenno alla sua fobia.

Il 18 luglio ad Haywards Heath i Genesis suonano davanti a 25 persone. Il tragitto verso casa Mile Rutherford e Peter Gabriel lo compiono nella nuova auto di Pete, una Hillman Imp. Insieme prendono in considerazione la situazione.

"Per me non c'era dubbio che senza Ant i Genesis non avevano ragione di esistere", ricorda Mike nell'autobiografia.  Anthony sembra insostituibile, i Genesis appaiono come indivisibili, la voglia di smettere sta per prendere il sopravvento.

Eppure durante il viaggio qualcosa di diverso matura, l'idea di potercela fare anche senza l'amico prende il sopravvento. "Si trattava piuttosto di sviluppare una nuova filosofia basata sull'assunto 'proviamoci e vediamo che succede'", scrive Mike. Così non viene presa in considerazione una pausa per consentire ad Anthony di raccogliere le idee. Bisogna andare avanti.

Ecco i Genesis  che eseguono l'inedita "The Shepherd" live al programma radio della BBC "NightRide" il 22 Aprile 1970. Probabilmente il più antico live dei Genesis registrato in un disco, il bootleg omonimo:

Una decisione condivisa poi anche da Tony Banks e che oggi appare giusta, ma molto sofferta: "E' stato il colpo più duro che abbiamo mai ricevuto", ha detto Gabriel a una rivista l'anno dopo e citato in Without Frontiers: The Life and Music of Peter Gabriel by Daryl Easlea. "Ci sarebbero state altre dipartite - rivela Mike -, ma nessuna avrebbe avuto su di me l'effetto che ebbe l'abbandono di Ant".

I Genesis ne approfittano per operare una piccola rivoluzione. Stanno per entrare nella band Phil Collins e Steve Hackett. 

Horizons Radio #NowPlaying Live:

Non perdere i nuovi contenuti.

Genesis & Co. News, ogni aggiornamento

Scegli la Newsletter.

Genesis & Co. News Weekly

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

“Pennsylvania Flickhouse” by pre-Genesis band Anon is now available online – BUY

Richard Macphail, Mike Rutherford, Anthony Phillips, in the pre-Genesis band Anon. The song "Pennsylvania Flickhouse" is now available for download. 

[Gtranslate]

Buy now:

'Pennsylvania Flickhouse', written by Anthony Phillips, is the only recording  and the only original song the band ever made.

"After the tragic and untimely death of Rivers Job in 1979, the passing of Mike Colman now leaves only four of the six full Anon members alive. He was undoubtedly the most prodigiously gifted of us all - a music scholar, highly adept at both piano and violin, he just sort of took up the guitar and played it without any seeming effort!

Thankfully at this stage known as Mick (hence avoiding any confusion with Mike Rutherford, the man he briefly replaced!), he fitted in very quickly and contributed some wonderful touches to the group - in particular his magnificent tremolo-wielding solo on the outro of the sadly-lost Brian Roberts recording of ''Pennsylvania Flickhouse'' (immeasurably better than the weak, feeble, anodyne version recorded at a 'proper' studio sometime later).

We became good friends, both sitting at the back in the 'jokers' class of chemistry & maths (inveterately useless at both) with maverick characters such as the legendary Philip Darwall Smith who was brazen and bold enough to go up to the b.odourly-challenged master, Mr X, spray him with Right Guard and get away with it!"

Anthony Phillips, from anthonyphillips.co.uk

The band:

  • Rivers Jobe - bass guitar (May 1965 - July 1966; died 1979)
  • Richard Macphail - lead vocals (May 1965 - Spring 1966, Spring 1966 - July 1966)
  • Anthony Phillips - lead guitar (May 1965 - December 1966)
  • Rob Tyrrell - drums (May 1965 - December 1966)
  • Mike Rutherford - rhythm guitar (May 1965 - Spring 1966, Spring 1966 - December 1966), lead vocals (Spring 1966, July 1966 - December 1966)
  • Mike Colman - rhythm guitar (Spring 1966; died 2010)

To know more:

Non perdere i nuovi contenuti.

Genesis & Co. News, ogni aggiornamento

Scegli la Newsletter.

Genesis & Co. News Weekly

Ascolta Genesis & Co. su:

Angolo del Collezionista: gli album dei tour di oggi su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Steve Hackett, Anthony Phillips & Co.: armonie per elefanti – COMPRA

Steve Hackett e Anthony Phillips insieme per Harmony For Elephants, un nuovo album a scopo benefico contro la caccia agli elefanti. 


EnglishItalianSpanishChinese (Traditional)PortugueseRussianFrench


COMPRALO SU AMAZON

L'iniziativa è nata per raccogliere fondi e consapevolezza per l'organizzazione benefica Elephants for Africa, dedicata alla protezione dell'elefante africano in via di estinzione attraverso la ricerca e l'educazione. 

Tracklist:

1. EVENTIDE – Nad Sylvan
2. IN A PERFECT WORLD – Steve Hackett, Anthony Phillips & Roger King
3. SEE THE DREAM – Tony Patterson
4. SUNSET TRAIL – Anthony Phillips
5. PLAY FOR TIME, TIME FOR PLAY – Rob Townsend
6. WE ARE ONE – Amanda Lehmann
7. CROSSING THE SAVANNAH – Nick Magnus 
8. TWO ROPE SWINGS – Andy Tillison Diskdrive
9. THE ELEPHANT’S TALE – Anthony Phillips 
10. THIS IS OUR HOME – Anna Madsen
11. LORATO – Steve Hackett
12. EVERYONE SHOULD KNOW – Dale Newman 
13. RIVERS OF FIRE – Brendan Eyre
14. SPEAK FOR ME – Andy Neve

BONUS TRACK
15. INTO THE LENS – Andy Neve

La musica è stata scritta appositamente per accompagnare il libro scritto dalla fotografa naturalista e biologa Lesley Wood e dal fondatore di Elephants for Africa Dr. Kate Evans.

Tra i musicisti di questo nuovo album benefico, oltre a Steve & Ant, figurano: Tim Bowness (No-Man) e Dave Gregory (XTC / Big Big Train) che danno il loro contributo nel brano di chiusura di sette minuti 'Speak For Me'.

E poi ci sono Roger King, Nad Sylvan, Nick Magnus, Tony Patterson, Brendan Eyre , Rob Townsend, Amanda Lehmann, Andy Tillison Diskdrive, Andy Neve, Dale Newman e Anna Madsen.

 

Non perdere i nuovi contenuti.

Genesis & Co. News, ogni aggiornamento

Scegli la Newsletter.

Genesis & Co. News Weekly

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Anthony Phillips, la birra dedicata a The Gees

Per il 40° della pubblicazione di The Gees And The Ghost di Anthony Phillips, è stata realizzata una birra speciale. Ecco come assaggiarla. 


EnglishItalianSpanishChinese (Traditional)PortugueseRussianFrench


The Geese Suite Beer è una birra artigianale - la birra Philippe che ha vinto premi a livello europeo - nata per celebrare il 40° anno dalla pubblicazione di The Geese And The Ghost, album di debutto di Anthony Phillips

La birra è passata in produzione dopo l'assaggio e la relativa autorizzazione dello stesso Phillips e di Peter Cross, autore delle illustrazioni di copertina.

Le bottiglie hanno capienza da 50 cl, gradazione alcolica 5,2%.

La spedizione è assicurata e avviene con corriere.
 
Per motivi legati ai costi di spedizione viene venduto un minimo di 3 bottiglie alla volta. Ecco il perché spiegato dagli stessi produttori, Andrea Soncini e BiRen:
"Il costo della spedizione di una sola bottiglia ci pareva troppo alto, benché si tratti di una birra di assoluta qualità e da collezione. Cerchiamo per quanto ci è possibile di venire incontro agli utenti; soprattutto se amano bere bene e ascoltare buona musica come quella di Anthony Phillips e dei Genesis."

Ecco quindi il link di eBay dove acquistare The Geese Suite Beer

E il 27 aprile arriva Private Parts & Pieces IX - XI di Ant. 

Clicca l'immagine per acquistare l'album.
Clicca l'immagine per acquistare l'album.

Ecco tutte le informazioni - CLICCA QUI E LEGGI L'ARTICOLO DI HORIZONS RADIO.

Non perdere i nuovi contenuti.

Genesis & Co. News, ogni aggiornamento

Scegli la Newsletter.

Genesis & Co. News Weekly

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Steve Hackett, Anthony Phillips & Co.: armonie per elefanti

Steve Hackett e Anthony Phillips insieme per Harmony For Elephants, un nuovo album a scopo benefico contro la caccia agli elefanti. 


EnglishItalianSpanishChinese (Traditional)PortugueseRussianFrench


L'iniziativa è nata per raccogliere fondi e consapevolezza per l'organizzazione benefica Elephants for Africa, dedicata alla protezione dell'elefante africano in via di estinzione attraverso la ricerca e l'educazione. L'album uscirà il 25 maggio 2018.

Tracklist:

1. EVENTIDE – Nad Sylvan
2. IN A PERFECT WORLD – Steve Hackett, Anthony Phillips & Roger King
3. SEE THE DREAM – Tony Patterson
4. SUNSET TRAIL – Anthony Phillips
5. PLAY FOR TIME, TIME FOR PLAY – Rob Townsend
6. WE ARE ONE – Amanda Lehmann
7. CROSSING THE SAVANNAH – Nick Magnus 
8. TWO ROPE SWINGS – Andy Tillison Diskdrive
9. THE ELEPHANT’S TALE – Anthony Phillips 
10. THIS IS OUR HOME – Anna Madsen
11. LORATO – Steve Hackett
12. EVERYONE SHOULD KNOW – Dale Newman 
13. RIVERS OF FIRE – Brendan Eyre
14. SPEAK FOR ME – Andy Neve

BONUS TRACK
15. INTO THE LENS – Andy Neve

La musica è stata scritta appositamente per accompagnare il libro scritto dalla fotografa naturalista e biologa Lesley Wood e dal fondatore di Elephants for Africa Dr. Kate Evans.

Tra i musicisti di questo nuovo album benefico, oltre a Steve & Ant, figurano: Tim Bowness (No-Man) e Dave Gregory (XTC / Big Big Train) che danno il loro contributo nel brano di chiusura di sette minuti 'Speak For Me'.

E poi ci sono Roger King, Nad Sylvan, Nick Magnus, Tony Patterson, Brendan Eyre , Rob Townsend, Amanda Lehmann, Andy Tillison Diskdrive, Andy Neve, Dale Newman e Anna Madsen.

Non perdere i nuovi contenuti.

Genesis & Co. News, ogni aggiornamento

Scegli la Newsletter.

Genesis & Co. News Weekly

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Anthony Phillips, arriva Private Parts & Pieces IX – XI – INFO e PRENOTAZIONE

Il 27 aprile arriva Private Parts & Pieces IX - XI di Anthony Phillips. Ecco tutte le informazioni.


EnglishItalianSpanishChinese (Traditional)PortugueseRussianFrench


Ecco il comunicato stampa:

"Esoteric Recordings is proud to announce the release of a 4 CD clamshell boxed set which gathers together Volumes IX to XI of the Private Parts & Pieces albums (Dragonfly Dreams, Soirée and City of Dreams) along with Private Parts and Extra Pieces III, an additional 18-track CD of previously unreleased material, featuring recordings made between 1990 and 2012. Private Parts & Pieces IX - XI is the definitive statement on these classic albums. The set includes a lavish booklet with an essay by Jonathan Dann and fully restores the artwork of the original releases.

Originally released in 1996, Dragonfly Dreams drew upon a mixture of newly written and previously recorded material.  It features a number of tracks co-written and recorded by Ant with Quique Berro Garcia as well as Chinese Walls, a 17-minute piece for 12-string guitar.  Soirée was the second album in the Private Parts & Pieces series to feature a collection of pieces for solo piano.  The newly-composed material featured on the album is complimented by a freshly arranged version of Creation, which was written in 1968.  City of Dreams is the eleventh and to date the most recent release in the Private Parts and Pieces series.  It draws upon keyboard-based material to takes the listener through a number of moods ranging from the epic to the reflective via atmospheric soundscapes to create a rich and ultimately rewarding journey for the imagination". (da: anthonyphillips.co.uk)

Private Parts & Pieces IX - XI uscirà il 27 aprile 2018. Ordinabile su Cherry Red e Amazon.

Le scorse uscite di Ant:

Slow Dance (3 CD) in versione Cofanetto, CD+DVD, Doppio CD, registrazione originale rimasterizzata mix in 5.1. 

COMPRALO SU AMAZON

Press Review (con intervista, italiano):

Invisible Men, doppia versione e un intero CD bonus di materiale inedito.

COMPRALO SU AMAZON

Terzo cofanetto di Anthony Phillips con gli album della serie "Private Parts & Pieces". Stavolta i volumi sono 9, 10, 11 e un dodicesimo tutto nuovo la 12 corde grande protagonista.

COMPRALO SU AMAZON

The Meadows Of Englewood, Anthony Phillips & Guillermo Cazenave, nell'edizione doppia (CD+DVD), in occasione del XV anniversario del 2012.

CLICCA QUI PER ACQUISTARLA SUL SITO DI CAZENAVE 

CLICCA QUI PER SCARICARE GLI MP3 DA AMAZON

1984, 2CD/DVD formato digipak con 5.1-mix e bonus tracks (per i dettagli clicca qui).

Private Parts & Pieces (per acquistarlo clicca qui).

I primi quattro album di questa serie sono usciti nel 2015 (per i dettagli clicca qui).

Nel cofanetto "Private Parts & Pieces V-VIII" troviamo gli album V: Twelve, VI: Ivory Moon, VII: Slow Waves, Soft Stars e VIII: New England.

In più, un bonus CD con materiale rimasto inedito da molti anni.

Non perdere i nuovi contenuti.

Genesis & Co. News, ogni aggiornamento

Scegli la Newsletter.

Genesis & Co. News Weekly

Ascolta Genesis & Co.anche su:

#NowPlaying, 23 Dec. – Special Happy Birthday, Anthony Phillips – AUDIO & VIDEO

23 dicembre 2017. Anthony Phillips compie 66 anni. Speciale #NowPlaying con interviste e video.


EnglishItalianSpanishChinese (Traditional)PortugueseRussianFrench


Tabletop Genesis Episode 22 – “Interview with Anthony Phillips”, 17-8-2017:

Raro video di Ant che suona alla 12 corde "Picaresca" da "Meadows of Englewood":

Promo clip dall'album del 1996 Dragonfly Dreams, nona uscita della serie Private Parts & Pieces:

Ecco il video ufficiale di Halycon Days (Days To Remember) di Lettie Maclean.  Ant e Lettie hanno scritto e registrato, per il progetto UPPM, questo brano, che nel maggio 2016 è diventato un singolo:

Guarda i sui dischi più rari su Amazon - CLICCA e su Ebay - CLICCA.

Progressive Music Awards a Londra, 1° settembre 2016:

Intervista alla radio (12-4-16). Ant al Prog Rock Special edition del Tom Dunne Show sull'irlandese NewsTalk Radio

Qui Ant intervistato nel 1987:

Ecco una delle interviste più approfondite tra quelle rilasciate da Ant:

Le "ri-uscite" di Private Parts & Pieces 1 & 2 + 3 & 4: 

Missing Links 4: Pathways & Promenades promo:

Ant su Horizons Radio:

Video Memories, Genesis & Co. History through videos. By D.B. Select LanguageEnglishItalianSpanishChinese (Simplified)Chinese (Traditional)PortugueseRussianFrenchGermanAfrikaansAlbanianAmharicArabicArmenianAzerbaijaniBasqueBelarusianBengaliBosnianBulgarianCatalanCebuanoChichewaCorsicanCroatianCzechDanishDutchEsperantoEstonianFilipinoFinnishFrisianGalicianGeorgianGreekGujaratiHaitian CreoleHausaHawaiianHebrewHindiHmongHungarianIcelandicIgboIndonesianIrishJapaneseJavaneseKannadaKazakhKhmerKoreanKurdish (Kurmanji)KyrgyzLaoLatinLatvianLithuanianLuxembourgishMacedonianMalagasyMalayMalayalamMalteseMaoriMarathiMongolianMyanmar (Burmese)NepaliNorwegianPashtoPersianPolishPunjabiRomanianSamoanScottish GaelicSerbianSesothoShonaSindhiSinhalaSlovakSlovenianSomaliSudaneseSwahiliSwedishTajikTamilTeluguThaiTurkishUkrainianUrduUzbekVietnameseWelshXhosaYiddishYorubaZulu 11-Mar-1970 - ...
Continua...

Video Memories: Genesis Roundhouse gig, the only video with Anthony Phillips – 11/3/1970

Richard Macphail, Mike Rutherford, Anthony Phillips, in the pre-Genesis band Anon. The song "Pennsylvania Flickhouse" is now available for download.  ...
Continua...

“Pennsylvania Flickhouse” by pre-Genesis band Anon is now available online – BUY

Steve Hackett e Anthony Phillips insieme per Harmony For Elephants, un nuovo album a scopo benefico contro la caccia agli elefanti.  ...
Continua...

Steve Hackett, Anthony Phillips & Co.: armonie per elefanti – COMPRA

Per il 40° della pubblicazione di The Gees And The Ghost di Anthony Phillips, è stata realizzata una birra speciale ...
Continua...

Anthony Phillips, la birra dedicata a The Gees

Steve Hackett e Anthony Phillips insieme per Harmony For Elephants, un nuovo album a scopo benefico contro la caccia agli elefanti.  ...
Continua...

Steve Hackett, Anthony Phillips & Co.: armonie per elefanti

Il 27 aprile arriva Private Parts & Pieces IX - XI di Anthony Phillips. Ecco tutte le informazioni. Select LanguageEnglishItalianSpanishChinese (Simplified)Chinese (Traditional)PortugueseRussianFrenchGermanAfrikaansAlbanianAmharicArabicArmenianAzerbaijaniBasqueBelarusianBengaliBosnianBulgarianCatalanCebuanoChichewaCorsicanCroatianCzechDanishDutchEsperantoEstonianFilipinoFinnishFrisianGalicianGeorgianGreekGujaratiHaitian ...
Continua...

Anthony Phillips, arriva Private Parts & Pieces IX – XI – INFO e PRENOTAZIONE

23 dicembre 2017. Anthony Phillips compie 66 anni. Speciale #NowPlaying con interviste e video. Select LanguageEnglishItalianSpanishChinese (Simplified)Chinese (Traditional)PortugueseRussianFrenchGermanAfrikaansAlbanianAmharicArabicArmenianAzerbaijaniBasqueBelarusianBengaliBosnianBulgarianCatalanCebuanoChichewaCorsicanCroatianCzechDanishDutchEsperantoEstonianFilipinoFinnishFrisianGalicianGeorgianGreekGujaratiHaitian CreoleHausaHawaiianHebrewHindiHmongHungarianIcelandicIgboIndonesianIrishJapaneseJavaneseKannadaKazakhKhmerKoreanKurdish (Kurmanji)KyrgyzLaoLatinLatvianLithuanianLuxembourgishMacedonianMalagasyMalayMalayalamMalteseMaoriMarathiMongolianMyanmar ...
Continua...

#NowPlaying, 23 Dec. – Special Happy Birthday, Anthony Phillips – AUDIO & VIDEO

Anthony Phillis, intervistato da Babbling Brook, racconta il suo rapporto con la composizione e con le sue chitarre.  Select LanguageEnglishItalianSpanishChinese ...
Continua...

HR Press Review – Anthony Phillips, chitarra e creatività

L'8 agosto 1970 una telefonata allunga la vita dei Genesis, che, dopo l'addio di Anthony Phillips, sembrano già vicini alla ...
Continua...

Storie d’estate: la telefonata che allungò la vita dei Genesis

Il 18 luglio 1970, alla Sussex Hall di Haywards Heath, Anthony Phillips sale sul palco per l'ultimo concerto con i Genesis ...
Continua...

Storie d’estate: Anthony Phillips e l’ultimo concerto con i Genesis

Anthony Phillips manda in ristampa una serie di chicche. Ecco la programmazione delle uscite: [glt language="English" label="English"] [glt language="Spanish" label="Español"] ...
Continua...

Anthony Phillips, nuove ristampe – COMPRA

Anthony Phillips manda in ristampa una serie di chicche. Ecco la programmazione delle uscite: [glt language="English" label="English"] [glt language="Spanish" label="Español"] ...
Continua...

Anthony Phillips, in arrivo nuove (e gustose) ristampe – PRENOTA

Ecco il sommario del nuovo numero di Dusk, che, come al solito, ospita interviste esclusive e servizi sulle ultime novità ...
Continua...

Dusk intervista Anthony Phillips

Anthony Phillips e il premio Prog Progressive Man - La Gazzetta Dello Spettacolo Anthony Phillips si è aggiudicato uno dei ...
Continua...

Anthony Phillips e il premio Prog

Il vecchio Peter, questa mattina... Seven Stones, sette pietre miliari per un libero percorso musicale. Sulla strada con Paolo Tenerini, ...
Continua...

HR Programmi – Il vecchio Peter, questa mattina…

Anthony Phillips privato e pubbliche virtù Arriva un secondo cofanetto di Anthony Phillips con gli album della serie "Private Parts ...
Continua...

Anthony Phillips privato e pubbliche virtù

Anthony Phillips nel nuovo album di Anna Madsen

Anthony Phillips nel nuovo album di Anna Madsen Anthony Phillips e l'ex GTR Jonathan Mover collaborano al nuovo album in studio Efflorescence di ...
Continua...

Anthony Phillips nel nuovo album di Anna Madsen

Il programma di Paolo Tenerini sui due grandi chitarristi che hanno fatto la storia dei Genesis, Anthony Phillips e Steve ...
Continua...

HR Programmi – Anthony & Steve – Due Chitarre nel Mito Genesis

Anthony Phillips, Box Deluxe di Wise

Nuova uscita per Anthony Phillips. Esce domani, venerdì 5 febbraio, un box deluxe con 4 dischi del suo capolavoro del ...
Continua...

Anthony Phillips, Box Deluxe di Wise

Ant su Spotify:

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Non perdere i nuovi contenuti.

Genesis & Co. News, ogni aggiornamento

Scegli la Newsletter.

Genesis & Co. News Weekly

Ascolta Genesis & Co.anche su:

HR Press Review – Anthony Phillips, chitarra e creatività

Anthony Phillis, intervistato da Babbling Brook, racconta il suo rapporto con la composizione e con le sue chitarre. 


EnglishItalianSpanishChinese (Traditional)PortugueseRussianFrench


La copertina di Babbling Brook - CLICCA PER LEGGERE L'INTERVISTA
La copertina di Babbling Brook - CLICCA PER LEGGERE L'INTERVISTA

Leggi tutta l'intervista

Non perdere i nuovi contenuti.

Genesis & Co. News, ogni aggiornamento

Scegli la Newsletter.

Genesis & Co. News Weekly

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Storie d’estate: la telefonata che allungò la vita dei Genesis

L'8 agosto 1970 una telefonata allunga la vita dei Genesis, che, dopo l'addio di Anthony Phillips, sembrano già vicini alla fine. Ecco il racconto di quei giorni d'estate. 

Da genesisfan.net


EnglishItalianSpanishChinese (Traditional)PortugueseRussianFrench


By D.B.

Suona il telefono al 453 di Hanworth Road, quartiere di Hounslow, sobborgo occidentale di Londra. Una voce dice: «Pronto Phil? Sono Peter Gabriel. Quello dei Genesis. Il posto è tuo, se lo vuoi».

E' l'8 agosto 1970. Nei giorni precedenti Phil Collins ha sostenuto un "provino" con i Genesis. La band è stata vicinissima a sciogliersi e tuttora è in un equilibrio molto instabile. La simmetria creativa non c'è più, da quando Anthony Phillips ha lasciato i compagni d'avventura. Prima i Genesis avevano due coppie di autori, Mike Rutherford e Ant da una parte, Tony Banks e Peter Gabriel dall’altra. Ma soprattutto erano amici. Adesso uno di loro se ne va.

Da genesismuseum.com

Perché il 18 luglio alla Sussex Hall di Haywards Heath, Anthony Phillips è salito sul palco per l'ultimo concerto con il gruppo di cui è il fondatore. Guarda e ascolta i ricordi di quella data nello SPECIALE DI HORIZONS RADIO. 

La fobia del palco si è rivelata molto più di una semplice paura, è terrore. Ant è molto dimagrito e appare distrutto, ma la band non ha il tempo per accorgersi di ciò che sta accadendo nell'animo dell'amico. E' un momento in cui le cose sembrano muoversi. Hanno appena registrato Trespass (uscirà in autunno) e sono in tour in Inghilterra.

La musica che Ant ama tanto sta diventando invece causa di infelicità. Rutherford è il primo a conoscere le sue intenzioni. Poco prima di un concerto precedente, si sono appartati ed è arrivata, come una doccia fredda, la rivelazione. Rutherford sa che l'amico ha paura del palco, ma non c'è stato tempo per approfondire il discorso e Phillips non ha più fatto cenno alla sua fobia.

Quel 18 luglio ad Haywards Heath i Genesis suonano davanti a 25 persone. Il tragitto verso casa Mike e Peter lo compiono nella nuova auto di Gabriel, una Hillman Imp. Insieme prendono in considerazione la situazione. Anthony sembra insostituibile, i Genesis appaiono come indivisibili, la voglia di smettere sta per prendere il sopravvento.

Eppure durante quel viaggio qualcosa di diverso matura, l'idea di potercela fare anche senza l'amico. Bisogna andare avanti.

E così i Genesis ne approfittano per operare una piccola rivoluzione. Con Anthony viene fatto uscire dalla band anche l'ennesimo batterista: John Mayhew.

Ecco perché i tre rimasti sono alle prese con le audizioni, quell'estate del 1970. E' urgente trovare un nuovo batterista, ma si cerca pure un chitarrista, ovviamente, anche se al momento le parti di Phillips sono affidate al piano Hohner e al fuzzbox di Tony, con Rutherford a chitarra e basso a pedali. Nel dopo-Ant i Genesis stanno infatti effettuando diverse date in quartetto, anche importanti, come questa, al Marquee Club di Londra:

Da genesis-movement.org

L'atmosfera è quindi tesissima. La posta in gioco è la sopravvivenza e potrebbe non essere facile trovare qualcuno all'altezza delle aspettative.

All'annuncio sul Melody Maker risponde tra gli altri Phil Collins.

Phil è appena stato ad Abbey Road per incidere le congas nel brano All Things Must Pass di George Harrison, anche se poi nei crediti non c'è il suo nome e nella registrazione non si notano affatto le sue percussioni. ASCOLTA:

E il suo gruppo attuale, Flaming Youth, vacilla. L'album Ark 2 non ha dato i risultati di vendita sperati. Collins ha un disperato bisogno lavorare.

Ogni giovedì compra tutte le riviste musicali, ed ecco che l'annuncio «Tony Stratton-Smith cerca chitarrista dodici corde e batterista sensibile alla musica acustica» attira la sua attenzione. Phil non conosce granché i Genesis, ma li vede spesso nelle pubblicità dei concerti sui giornali. Buon segno - pensa - vuol dire che ne fanno tanti.

Invece Collins conosce già Strat dai tempi dei Freehold, una band in cui ha militato per poco tempo. I Freehold vivevano in un albergo in Russell Square a Bloomsbury. Quell’albergo è anche il posto dove Phil ha incontrato per la prima volta Tony Stratton-Smith. Diventano amici, si stanno simpatici a vicenda, secondo lui. Quindi pensa di poter avere una corsia preferenziale, una buona parola, per entrare nei Genesis, senza passare dalle audizioni. Rintraccia Stratton-Smith al Marquee Club. Gli offre un drink e gli parla dell'annuncio. 

«No, no, no, ragazzo mio, - risponde Strat - sono tipi esigenti. Devi richiamarli. Devi andare a fare l’audizione.»

Anche per farsi forza, Phil invita il suo amico Ronnie Caryl, pure lui alla ricerca di una via di fuga dai Flaming Youth e aspirante al ruolo che fu di Ant. L'appuntamento è a casa dei genitori di Peter a Chobham, nel Surrey, la settimana dopo. Apre la porta una signora di mezza età. E' la signora Gabriel.
«Entrate, entrate. - dice - Siete un po’ in anticipo. Fatevi pure una nuotata, mentre aspettate.»

Anche la piscina! - pensa Phil - Le cose nella sua vita stanno proprio migliorando. Se solo avesse pensato di portarsi il costume da bagno. Comunque decide di farsi un tuffo. Negli ultimi due anni ha imparato a cogliere qualsiasi opportunità. Chissà  - si chiede - se gli offriranno mai più di fare un tuffo in una piscina privata riscaldata. Si toglie i jeans e rimane solo con gli slip, poi si tuffa. È un lusso di prima classe a cui non affatto è abituato.

Mentre sguazza in piscina, Phil sente le prove dei due batteristi suoi rivali. Lo standard è accettabile e ascoltandoli capisce con chi deve contendere il posto. Ma intanto continua a godersi la piscina, per calmare i nervi. Poi è il suo turno. Arriva Peter, con in mano l’ancora inedito Trespass.

Gli  fa sentire tre pezzi: Stagnation, Looking for Someone, The Knife. Ma quando siede alla batteria, Collins ha già memorizzato la parte che loro stanno utilizzando nelle audizioni e mostra una sicurezza che colpisce tutti. E alla fine della prova, è sicuro di aver fatto bene.

E' anche l’ultimo batterista della giornata e quindi, tra una chiacchiera e l'altra, cerca di capire com'è andato il suo provino. Ma invano. Tutto quello che riesce a ricevere è un classico «ti faremo sapere».

Quasi non ci pensa più quando l’8 agosto suona il telefono al 453 di Hanworth Road. Phil ce l'ha fatta. In seguito scoprirà che Peter ha capito subito che lui è il tipo giusto per i Genesis, Mike è meno convinto. Tony fiducioso, ma riservato.

Cerca di fare l’indifferente, ma dentro di sé fa salti di gioia. Finalmente ha trovato un gruppo. Ronnie invece non passa l'"esame". Per il nuovo chitarrista la ricerca continua.

Ma questa è un'altra storia.

by D.B.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Horizons Radio info@horizonsradio.it

Genesis & Co. non vanno in ferie, rivivi le storie d'estate proposte da Horizons Radio. Eccole.


EnglishItalianSpanishChinese (Traditional)PortugueseRussianFrench


Non perdere i nuovi contenuti.

Genesis & Co. News, ogni aggiornamento

Scegli la Newsletter.

Genesis & Co. News Weekly

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio





LEGGI PERCHE'

Storie d’estate: Anthony Phillips e l’ultimo concerto con i Genesis

Il 18 luglio 1970, alla Sussex Hall di Haywards Heath, Anthony Phillips sale sul palco per l'ultimo concerto con i Genesis. Ecco i ricordi di quella data. 


EnglishItalianSpanishChinese (Traditional)PortugueseRussianFrench


By D.B.

"La fobia del palco era molto più che una semplice paura, era terrore", racconta Mike Rutherford nella sua autobiografia The living years.

Ant è molto dimagrito e appare distrutto, ma la band non ha il tempo per accorgersi di ciò che sta accadendo nell'animo dell'amico. E' un momento in cui le cose sembrano muoversi. Hanno appena registrato Trespass (uscirà in autunno) e sono in tour, anche se le date non sono da grandi numeri, come vedremo più avanti.

Tra i tanti impegni dei Genesis in quel periodo c'è la registrazione dei Jackson Tapes il 9 gennaio 1970 ai BBC Studios Shepherds Bush di Londra. ASCOLTA LO SPECIALE DI HORIZONS RADIO.

"Dopo le session di registrazione mi sentivo come uno  zombie", ha raccontato  Phillips nel 2007. In più ha avuto problemi di salute, probabilmente legati al troppo lavoro. 

"Ero mentalmente e fisicamente debilitato - ha raccontato sette anni dopo Ant ad Armando Gallo e riportato nel suo libro Genesis: I Know What I Like -.  Eravamo un branco di perfezionisti.  Dopo ogni concerto c'erano sempre lunghe, lunghe, lunghe autopsie".

La musica che ama tanto sta diventando per Ant causa di infelicità e la sua buona educazione inglese gli impedisce di affrontare a muso duro i compagni per cercare di cambiare le dinamiche della band. "Non mi sentivo più amico di nessuno - continua Ant - ero come alienato. Eravamo ormai divisi in due gruppi che avevano perso la loro strada". 

Mike è il primo a conoscere le intenzioni di Ant. Poco prima di un concerto al Richmond Rugby Club si sono appartati ed è arrivata, come una doccia fredda, la rivelazione. Rutherford sa che l'amico ha paura del palco, ma non c'è stato tempo per approfondire il discorso e Ant non ne aveva più fatto cenno alla sua fobia.

Ecco un rarissimo video dei Genesis in concerto in quel periodo.  E' girato all'Atomic Sunrise Festival, l'11 marzo 1970 al Roundhouse Club di Londra:

Quel 18 luglio ad Haywards Heath i Genesis suonano davanti a 25 persone. Il tragitto verso casa Mile Rutherford e Peter Gabriel lo compiono nella nuova auto di Pete, una Hillman Imp. Insieme prendono in considerazione la situazione.

"Per me non c'era dubbio che senza Ant i Genesis non avevano ragione di esistere", ricorda Mike nell'autobiografia.  Anthony sembra insostituibile, i Genesis appaiono come indivisibili, la voglia di smettere sta per prendere il sopravvento.

Eppure durante il viaggio qualcosa di diverso matura, l'idea di potercela fare anche senza l'amico prende il sopravvento. "Si trattava piuttosto di sviluppare una nuova filosofia basata sull'assunto 'proviamoci e vediamo che succede'", scrive Mike. Così non viene presa in considerazione una pausa per consentire ad Anthony di raccogliere le idee. Bisogna andare avanti.

Ecco i Genesis  che eseguono l'inedita "The Shepherd" live al programma radio della BBC "NightRide" il 22 Aprile 1970. Probabilmente il più antico live dei Genesis registrato in un disco, il bootleg omonimo:

Una decisione condivisa poi anche da Tony Banks e che oggi appare giusta, ma molto sofferta: "E' stato il colpo più duro che abbiamo mai ricevuto", ha detto Gabriel a una rivista l'anno dopo e citato in Without Frontiers: The Life and Music of Peter Gabriel by Daryl Easlea. "Ci sarebbero state altre dipartite - rivela Mike -, ma nessuna avrebbe avuto su di me l'effetto che ebbe l'abbandono di Ant".

I Genesis ne approfittano per operare una piccola rivoluzione. Stanno per entrare nella band Phil Collins e Steve Hackett. 

Un legame con Ant che però non si è spezzato. Nel suo primo album solista The Geese And The Ghost, c'è diverso materiale composto con Mike. Phil Collins canta in due brani e John Hackett vi suona il flauto. E nei primi demo di Peter Gabriel dopo aver lasciato i Genesis c'è lo zampino di Ant.

Ant ha avuto poi una carriera solista prolifica e di ottima qualità. In questo periodo sta mandando in ristampa una serie di chicche. Ecco la programmazione delle uscite:

Il 16 giugno scorso è uscito Slow Dance (3 CD) in versione Cofanetto, CD+DVD, Doppio CD, registrazione originale rimasterizzata mix in 5.1. 

COMPRALO SU AMAZON

Arriva a settembre Invisible Men, in doppia versione e un intero CD bonus di materiale inedito.

GUARDA SU AMAZON SE E' PRENOTABILE

A dicembre arriva il terzo cofanetto di Anthony Phillips con gli album della serie "Private Parts & Pieces". Stavolta i volumi sono 9, 10, 11 e un dodicesimo tutto nuovo la 12 corde grande protagonista.

TIENI D'OCCHIO SE E' PRENOTABILE SU AMAZON

E' di nuovo disponibile The Meadows Of Englewood Anthony Phillips & Guillermo Cazenave, nell'edizione doppia (CD+DVD), in occasione del XV anniversario del 2012.

CLICCA QUI PER ACQUISTARLA SUL SITO DI CAZENAVE 

CLICCA QUI PER SCARICARE GLI MP3 DA AMAZON

Le ultime uscite sono state: il cofanetto "1984" in 2CD/DVD formato digipak con 5.1-mix e bonus tracks (per i dettagli clicca qui).

E il secondo cofanetto della serie "Private Parts & Pieces" (per acquistarlo clicca qui).

I primi quattro album di questa serie sono usciti nel 2015 (per i dettagli clicca qui).

Nel cofanetto "Private Parts & Pieces V-VIII" troviamo gli album V: Twelve, VI: Ivory Moon, VII: Slow Waves, Soft Stars e VIII: New England.

In più, un bonus CD con materiale rimasto inedito da molti anni.

Genesis & Co. non vanno in ferie, rivivi le storie d'estate proposte da Horizons Radio. Eccole.


EnglishItalianSpanishChinese (Traditional)PortugueseRussianFrench


Non perdere i nuovi contenuti.

Genesis & Co. News, ogni aggiornamento

Scegli la Newsletter.

Genesis & Co. News Weekly

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio





LEGGI PERCHE'