Archivi categoria: #NowPlaying

Horizons Radio #NowPlaying 100% Genesis & Co. – TUTTI i VIDEO

Video & live dal web dedicati a Genesis & Co.

 

Select Language

English English Italiano Italiano

Guarda gli ultimi video della playlist:

Le ultime della Band su Horizons Genesis:

Angolo del Collezionsta: Genesis

Ascolta i Genesis:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Genesis: i 70 anni di Daryl Stuermer, 27 novembre 1952 – AUDIO & VIDEO

Video Memories: la storia di Genesis & Co. attraverso audio & video.

Select Language

English English Italiano Italiano

Il 27 novembre 1952 nasce il chitarrista e bassista americano Daryl Mark Stuermer, in tour con i Genesis dal 1978, con Phil Collins dal 1981 e presente negli album solisti di Phil, Mike Rutherford e Tony Banks.

Ecco alcuni video che lo rappresentano:

 

Angolo del Collezionista: guarda le offerte per Daryl Stuermer - CLICCA QUI -.

Horizons Radio News

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

#NowPlaying News: scoperte le prime registrazioni inedite dei Brand X con Phil Collins – VIDEO

Robin Lumley, co-fondatore dei Brand X, ha appena recuperato un piccolo tesoro di nastri a bobina ben conservati. Ecco un teaser con un assaggio del materiale.

Select Language

English English Italiano Italiano

Tra questi, spiccano le sessions delle prime registrazioni della band nel periodo pre-Charisma, quando Phil Collins si unì alle jam session alla Island Records nel 1974/75.

Guarda il teaser:

I musicisti coinvolti sono Phil Spinelli, Pete Bonas, John Goodsall, Percy Jones, Phil Collins e Robin Lumley.

La registrazione rimane tuttora senza titolo. Queste sessioni sono state considerate perse nel tempo, dato che i Brand X hanno lasciato frettolosamente la Island nel 1975, per registrare quello che si pensava fosse il loro primo album "Unorthodox Behaviour". 

Tra gli altri nastri portati alla luce da Robin ci sono le sessioni di Jack Lancaster e Robin Lumley e i primi demo delle sessioni di Unorthodox Behaviour, con le note del produttore Dennis MacKay.

La domanda che tutti si pongono è: "Tutto questo potrebbe giustificare una nuova uscita dei Brand X o un box set nel prossimo futuro?".

Altre news su Phil Collins

Angolo del Collezionista

Ascolta Phil Collins:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

#NowPlaying SPECIAL 40 anni di “Hello, I Must Be Going” di Phil Collins, 1° novembre 1982 – AUDIO & VIDEO

Select Language

English English Italiano Italiano

40 anni fa, il 1° novembre 1982, Phil Collins pubblicava "Hello, I Must Be Going" ecco una rassegna di video e audio:

Altre news su Phil Collins

Angolo del Collezionista

Ascolta Phil Collins:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Peter Gabriel: arriva il nuovo album “i/o”, ecco tutti gli indizi e le fasi di lavorazione – VIDEO

Peter Gabriel e le fasi del suo nuovo album "i/o", in preparazione da un bel po' di anni. 

Select Language

English English Italiano Italiano

Tutti i fan di Peter Gabriel si stanno chiedendo quando arriva il nuovo album.

L'8 dicembre Peter ha pubblicato questo video:

... accompagnato da questo testo:

«Un'altra Luna Piena è alle porte e quindi eccoci di nuovo qui con un piccolo aggiornamento dal nostro satellite musicale nell'Inghilterra occidentale chiamato Real World.

È strano pensare che solo un mese fa sia stato annunciato l'i/o The Tour. Che settimana pazzesca è stata! Grazie mille a tutti coloro che hanno acquistato i biglietti finora. Speriamo che la finestra di pre-ordine qui presente vi abbia reso la cosa più facile di quanto sarebbe stato altrimenti. Sappiamo che molti di voi desiderano conoscere i dettagli del tour nordamericano, che verranno svelati nel corso del nuovo anno.

Tra le notizie sul tour nel Regno Unito e in Europa avrete notato che Peter suonerà nuova musica nelle prossime date dal vivo, quindi questo mese abbiamo pensato che avreste gradito una piccola anticipazione... 

Per ora è solo un assaggio, lo sappiamo, ma come dice Peter, "ho praticamente un album pronto", quindi presto ci saranno altre notizie in merito. Infatti, dato che ci sono alcune festività che incombono, la prossima Luna Piena sarà tra noi prima che ce ne rendiamo conto e chissà cosa potrebbe portare?

Nel caso in cui non ci sia un'altra occasione, auguriamo a tutti voi un meraviglioso periodo di vacanza. Avanti con il 2023!»

L'8 novembre aveva annunciato i/o The Tour, accennando all'arrivo del nuovo album, ma senza accennare alle possibili date di uscita:

Peter Gabriel: i/o The Tour in Italia a Verona e Milano – DATE & BIGLIETTI

Il precedente indizio, quansi una conferma, era arrivato il 4 novembre, con questi post sui social:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Peter Gabriel (@itspetergabriel)

Qualche giorno prima, Gabriel ha dichiarato alla ABC Audio: "È in fase di completamento. Sto finendo le cose. Quindi, ci dovrebbero essere... delle novità a breve".

Il 4 giugno 2022 Manu Katche, alla domanda del quotidiano francese Ouest-France su cosa stia lavorando, ha risposto: "Alla fine dell'anno pubblicherò un nuovo album con Peter Gabriel e nel 2023 faremo un tour negli Stati Uniti e in Europa. Registrerò anche un nuovo album e pubblicherò un libro - con [la casa editrice francese] Éditions Grasset, che sarà introspettivo".

Ecco l'ultimo post su Facebook di Peter datato 30 ottobre 2021:

Il 21 ottobre, a Milano, Peter ha rivelato nuovi dettagli:

Ipse Dixit: parla Peter Gabriel, a Milano per il libro di fotografie della figlia Anna – VIDEO

Un precedente è stato l'intervista a UNCUT Magazine, del 16 luglio 2020:

HR Press Review: Peter Gabriel parla del nuovo album su UNCUT Magazine – ECCO COSA HA DETTO

Prima, in un'intervista del 16 giugno 2020 alla BBC, aveva dichiarato:

«Per quanto riguarda la musica, non ho avuto tanto tempo come faccio di solito, che non è ancora come prima. Ma ci sono state delle novità. C'è una canzone COVID - beh, c'è un testo COVID, in realtà -. Mi è stato chiesto di scrivere qualcosa e probabilmente si trasformerà in una canzone. Quindi ci sono brani e pezzi che vanno nella giusta direzione». (Intervista di Matt Everitt).

Nel marzo 2020 Peter aveva scritto ad un giornale dando un altro indizio della propria attività compositiva, anche se molto a rilento.

Il sito genesis-news.com aveva segnalato la reazione di Peter Gabriel a un articolo del Times (vedi immagine sopra di Matt LeDonne tratta da genesis-news.com).

Peter ha così rivelato che sta lavorando a un nuovo brano sull'invecchiamento, chiamato "So Much".

In un articolo del 6 marzo, il quotidiano The Times riportava le parole di Phil Collins: "i vecchietti del Rock dovrebbero parlare della loro generazione".

Peter ha preso carta e penna e ha risposto che sta lavorando a una "canzone sull'invecchiare" chiamata "So Much".

L'immagine qui sopra l'ha postata su Twitter l'autore dell'articolo del Times, confermando che è stato proprio Peter ad aver risposto.

In una intervista a BBC Radio 6 Music nell'aprile del 2019, Peter aveva parlato di nuove canzoni e del album:

https://www.bbc.co.uk/programmes/m0003zly

Nell'inverno 2018 Peter ha pubblicato questo post su Facebook:

Alimentando di nuovo le speranze dei fan.

A questi indizi vanno aggiunti i brani che Peter ha solo citato, come "Here Comes Love?", di cui ha parlato su Facebook il 28 ottobre 2014 o fatto uscire in varie modalità e che non sono stati ancora inseriti in un album, come "I'm Amazing", postata su YouTube il 17 giugno 2016 (leggi qui come è stato accolto il brano) e ispirata alla vita e alle battaglie di Muhammad Ali.

 

La canzone è stata seguita poco dopo da "The Veil", arrivata l'8 septembre 2016 (leggi qui come è stato accolto il brano). Faceva parte del film di Oliver Stone "Snowden", ma senza entrare a far parte della colonna sonora (altro indizio questo che fece ben sperare).

Al momento il quadro è completo, nel senso che un po' di materiale è a disposizione dei fan anche se, essendo passato così tanto tempo ci si aspetterebbe qualcosa di più concreto. Staremo a vedere. Se vuoi rimanere aggiornato/a sugli sviluppi, iscriviti alle nostre newsletter qui sotto.

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Steve Hackett in tour 2022/2023 – il DIARIO SOCIAL & i VIDEO dei CONCERTI

I video e il diario social dei tour di Steve Hackett.

Select Language

English English Italiano Italiano

Guarda i video dei concerti:

Diario social:

Canada e USA, Novembre/Dicembre 2022

29 November 2022 - Willfrid Pelletier, Montreal, CANADA

30 November 2022 - Oakville Centre for Performing Arts, Oakville, ON, CANADA

1 December 2022 - Oakville Centre for Performing Arts, Oakville, ON, CANADA

2 December 2022 - Oakville Centre for Performing Arts, Oakville, ON, CANADA

4 December 2022 - Grand Theatre de Quebec, Quebec City, QC, CANADA

6 December 2022 - State Theatre New Jersey, New Brunswick, NJ, USA

7 December 2022 - Tarrytown Music Hall, Tarrytown, NY, USA

8 December 2022 - Keswick Theatre, Glenside, PA, USA

Le prossime date dei tour:

Steve Hackett: il “Seconds Out + More!” tour in Canada e USA – DATE, BIGLIETTI & INFO

Italia, Novembre 2022

Le altre notizie su Steve Hackett:

Angolo del Collezionista

Ascolta Steve Hackett:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio

Steve Hackett: l’album “Genesis Revisited Live: Seconds Out & More” anche in vinile – COMPRA & VIDEO

"Genesis Revisited Live: Seconds Out & More" è un nuovo documento live del recente tour di Hackett.

Select Language

English English Italiano Italiano

Genesis Revisited Live: Seconds Out & More è disponibile in versione limitata 2CD + Blu-ray e limitata 2CD + DVD, entrambi con audio surround 5.1, un documentario dietro le quinte e video promozionali, oltre che in versione gatefold 180g 4LP+2CD e come album digitale (a 16 e 24 bit). .

Anche in vinile - COMPRALO QUI IN EURO - COMPRALO QUI IN UK. E aiuti Horizons Genesis - LEGGI COME -.

Scopri qui sotto le altre versioni e compra quella che ti interessa:

Hackett e la sua band, composta da Roger King, Rob Townsend, Jonas Reingold, Nad Sylvan e Craig Blundell, sono stati affiancati da Amanda Lehmann come ospite speciale della serata.

Steve ha condiviso anche video live: The Lamb Lies Down On Broadway e Squonk. Eccoli:

Track list:

1. Apollo Intro
2. Clocks - The Angel Of Mons
3. Held In The Shadows
4. Every Day
5. The Devil's Cathedral
6. Shadow Of The Hierophant
7. Squonk
8. The Carpet Crawlers
9. Robbery, Assault And Battery
10. Afterglow
11. Firth Of Fifth
12. I Know What I Like (In Your Wardrobe)
13. The Lamb Lies Down On Broadway
14. Musical Box (Closing Section)
15. Supper's Ready
16. The Cinema Show
17. Aisle Of Plenty
18. Dance On A Volcano
19. Los Endos

Le ultime di Steve Hackett su Horizons Genesis:

 

Angolo del Collezionista

Steve Hackett: CLICCA QUI.

Ascolta Steve Hackett:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio

Il libro “EYE-D” della figlia di Peter, Anna Gabriel, in inglese e italiano – COMPRA, DETTAGLI & VIDEO

Il libro è composto da una serie di fotografie ravvicinate che focalizzano l'obiettivo sull'uomo.

Select Language

English English Italiano Italiano

L'autrice intende dimostrare che le connessioni, le emozioni, il sottolinguaggio, la guarigione - tutto scorre tra noi attraverso gli occhi.

Compra il libro qui:

Compra qui il libro in versione italiana:

Tra gli occhi famosi che compaiono nel libro ci sono: Mick Fleetwood, Johnny Depp, Eddie Vedder, David Byrne, Paul Simon, Annie Lennox, Sting, Peter Gabriel, Susan Sarandon, Kevin Bacon, Michael Stipe, Bon Iver, Nike Rodgers, Debbie Harry e molti altri.

Prossimo appuntamento il 13 novembre a Parigi. I dettagli qui sotto:

Per celebrare l'uscita, è stata allestita un'esperienza di arte visiva. Le immagini sono esposte alla Morrison Hotel Gallery di Los Angeles (Sunset Marquis - 1200 Alta Loma Road a West Hollywood) e alla Morrison Hotel Gallery di New York (116 Prince Street).

Guarda il video della presentazione a New York:

Dettagli qui:

Peter Gabriel aveva presentato a Milano il 20 e 21 ottobre 2021 "Eye-D", il libro edito in Italia.

A sostegno dell'uscita due eventi in Italia, a Milano, un book signing alla Fondazione Sozzani e un Q&A con Anna e Peter alla Santeria Toscana 31.

Ecco le parole di Peter Gabriel al secondo incontro. Sul palco lui, la figlia, Carlo Massarini e Marco Zatterin.

Peter si è dimostrato per l'ennesima volta gran signore, paziente e generoso, soprattutto nel massacrante firma-copie.

Peter racconta lo stato di lavorazione del suo attesissimo album:

Peter sul video Father, Son e quei giorni dedicati al proprio padre:

Peter sul rapporto (e il tour) con Sting:

Peter sul rapporto con Youssou N'Dour:

Peter sul suo lavoro con una sua antica passione: la batteria:

Peter su lavorare con persone che ti sappiano sorprendere e come Lou Reed sia stato una di queste:

Peter sul lavoro e l'amicizia con Richard Branson e Chris Blackwell:

Peter parla dell'uso della maschera nella storia e in questi tempi:

Altri video e podcast su Genesis & Co. sul nostro canale youtube.

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio

The Grooves Of Genesis, Nic Collins Drum Lessons – VIDEO

Nic Collins analizza alcuni dei pezzi più iconici creati da suo padre e mostra come li ha interpretati.

Select Language

English English Italiano Italiano

Nic si è guadagnato il suo posto suonando la batteria con i Genesis, Mike & The Mechanics e con il suo progetto Better Strangers.

Si è rapidamente affermato per il suo talento e ha ottenuto il plauso dei membri della band di Phil Collins di lunga data per la sua maturità nel suonare e per l'etica del lavoro.

Guarda il video:

 

Le ultime della Band su Horizons Genesis:

Angolo del Collezionsta

Ascolta i Genesis:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Foxtrot 50: 6 ottobre 1972-2022, alcuni ottimi motivi per amare questo album – AUDIO, VIDEO & RICORDI

6 ottobre 1972, esce Foxtrot, 4° album dei Genesis, 2° con Phil Collins e Steve Hackett, 1° in Italia, 14° nella classifica dei 50 migliori Prog Rock Album di tutti i tempi di Rolling Stone


English English Italiano Italiano

Foxtrot, Genesis

Ecco alcuni ottimi motivi per amare questo album.

  • Foxtrot è un album molto "italiano". Infatti il testo di Watcher Of The Skies è stato scritto a Napoli, sul tetto dell'albergo Domiziana, che ospita la band per il doppio concerto che chiude la prima parte del Nursery Cryme Tour dei Genesis in Italia il 19 aprile 1972. Mike e Tony scrivono il testo ispirati dal panorama fantascientifico che godono dal loro particolare punto di osservazione. LEGGI QUI PER SAPERNE DI PIU'.
  • Reggio Emilia, 12 aprile 1972: potrebbero essere definite come data e luogo di nascita di Watcher Of The Skies. Perché, secondo i ricordi di Hackett e Rutherford, fu proprio nella città emiliana che  venne eseguita, praticamente tutta, durante le prove pre-concerto.  LEGGI QUI PER SAPERNE DI PIU'. E l'indimenticabile e lunghissima intro di Watcher è il primo dei miei "Fiori Delmale".

  • Foxtrot si è piazzato primo nella classifica italiana, dodicesimo in quella inglese, quarantacinquesimo in Germania. Ha quindi rapito subito il cuore degli italiani. 
  • E ancora a proposito dell'Italia, primo paese a scoprire il loro talento. Durante il Foxtrot tour i Genesis sono stati headliners al Charisma Festival, supportati da Lindisfarne, Peter Hammill e Capability Brown. Per la prima volta, abituati a concerti in scuole e piccoli club nel loro paese, hanno suonato di fronte a 10.000 persone a Reggio Emilia (molte più di quanto si aspettassero gli organizzatori) e addirittura 18.000 al Palasport di RomaLEGGI QUI PER SAPERNE DI PIU'.

  • Con Foxtrot e in particolare con Get'em Out By Friday, i Genesis hanno dato il via ai  loro testi più impegnati.  Con sarcasmo e ironia, Peter Gabriel, autore del testo, tratta un argomento drammatico come la speculazione edilizia, gli espropri e gli sfratti. Un tema molto sentito negli anni 70 in Inghilterra e non solo. Ci sono ancora accenni fantascientifici, come in brani precedenti o coevi (The Return... o Watcher...) ma qui Peter inizia a virare verso le tematiche sociali di Selling England By The Pound e The Lamb.... LEGGI QUI PER SAPERNE DI PIU'. Un caposaldo del disco, un altro "Fiore Delmale".

  • Foxtrot è il più amato complessivamente da tutti i membri dei Genesis. "Per me è proprio un album emozionante - dice Tony Banks ad Armando Gallo in Genesis: I Know What I Like - con grandi contrasti sonori. Un album interessante da fare e da ascoltare. Eravamo partiti come live performers, ma durante il Nursery Cryme Tour ci siamo messi alla prova anche come arrangiatori". Nello stesso libro, Phil Collins ricorda come quello fosse un periodo curioso, alla ricerca della giusta combinazione dei suoni; Mike e Steve concordano sul fatto che Foxtrot è stato l'inizio della scoperta delle giuste sonorità della band. Per me Can-Utility and the Coastliners è un gioiello quasi nascosto del disco, ma un piccolo capolavoro di cui Steve Hackett, che ne ha composto il testo, va giustamente fiero.

  • E c'è un motivo per cui Horizons Radio si chiama così. E' l'amore viscerale per questo album bellissimo.

  • E poi Supper's Ready. Uno dei brani simbolo di tutto il prog passato e presente, l'indiscusso capolavoro per tanti magazine dell'epoca - primo fra tutti AllMusic -, estasiati dalla suite dei Genesis, tutt'oggi di grande modernità. Dal vivo questo brano di 23 minuti prendeva vita anche grazie ai costumi e alle maschere di Peter Gabriel: il fiore, simbolo anche di questa rubrica, il poliedro di Magog, la corona di spine, il vestito bianco e la spada fluorescente del finale. LEGGI QUI PER SAPERNE DI PIU'.

  • Con Foxtrot i Genesis sbarcano per la prima volta negli Stati Uniti. Un arrivo oltreoceano non subito entusiasmante. L'esordio è in un concerto natalizio, pieno di problemi, alla Philharmonic Hall di New York il 13 dicembre 1972, preceduto da un live per pochi studenti alla Brandeis University di Boston due giorni prima. Un'esperienza che viene ripetuta ai primi di marzo, con alcune date in USA e Canada, stavolta con maggior successo.  LEGGI QUI PER SAPERNE DI PIU'.

  • Ma anche se non trionfale, l'approdo negli USA sarà un ottimo traino per i Genesis in Europa e in particolare in patria. La stampa e i media iniziano a occuparsi di loro in maniera più intensa e si moltiplicano le loro "ospitate". L'apice sarà proprio a Londra, il 9 febbraio 1973, quando i Genesis saranno protagonisti nella Mecca della scena rock: il Rainbow Theatre, primo vero trionfo in Inghilterra. 
  • Per l'occasione Peter Gabriel si porta in camerino un intero baule pieno e indossa per la prima volta sul palco quelli che saranno i suoi famosi costumi e le maschere Sulle note del mellotron di Watcher Of The Skies, Peter esce inaspettatamente per il pubblico e i compagni della band con il vestito nero e le ali da pipistrello sulla testa. Ecco l'effetto che faceva (in un video del tour successivo, ottobre 1973 Live Shepperton Studios):

Fateci sapere perché amate Foxtrot e cosa preferite di questo album scrivendo qui sotto nei commenti o alla pagina dei contatti.


Foxtrot:  i Genesis lo ricordano così:

Per ascoltare e collezionare:

Compra Foxtrot (2008 Digital Remaster) - CLICCA QUI

Compra Foxtrot import (+DVD) (Jpn) - CLICCA QUI

Per approfondire:

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Horizons Radio MAIL: CLICCA QUI

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'