Tutti gli articoli di Redazione di Horizons Genesis

Verso i 50 anni di “Nursery Cryme”, 4.a tappa: il primo (disastroso) concerto di Steve Hackett con i Genesis – AUDIO, VIDEO & RICORDI

"Nursery Cryme" compie 50 anni. Ci avviciniamo al compleanno attraverso le tappe che hanno portato a questo album di svolta nella storia dei Genesis, con audio, video, documenti e molto altro ancora.

Select Language

English English Italiano Italiano

La quarta tappa si svolge il 14 gennaio 1971, quando Steve Hackett fa il suo esordio in concerto con i Genesis, all'University College di Londra.  Ecco il racconto di quei giorni movimentati. 

Come abbiamo visto nelle precedenti puntate - LEGGI -, la band è stata vicinissima a sciogliersi, perché Anthony Phillips ha lasciato i compagni d'avventura e loro hanno deciso di sostituire anche John Mayhew, il batterista. 

I Genesis hanno già ingaggiato Phil Collins alla batteria -  LEGGI -, ora devono trovare un valido sostituto alla chitarra.

Hanno già provato in concerto sia Ronnie Caryl, grande amico di Phil (ha fatto l'audizione con lui - LEGGI) e chitarrista dei Flaming Youth, che Mick Barnard, membro dei Farm, ma entrambi  non hanno convinto gli esigenti membri della band.

Dopo l'addio di Anthony Phillips - LEGGI e poi con l'arrivo di Phil, i Genesis hanno quindi continuato come quartetto, con Tony Banks che suona tutte le parti di chitarra su un piano elettrico Hohner filtrato con un fuzz box. La ricerca continua.

Il 14 dicembre, scorrendo il Melody Maker, Peter viene incuriosito dall’insolito annuncio di un certo Steve, al quale viene fatto il provino. Hackett entra nei Genesis - LEGGI -.

E così si arriva a quel 14 gennaio 1971, quando all'University College di Londra, Steve Hackett fa il suo esordio in concerto con i Genesis. Ma non sarà un momento facile. 

Racconta Steve riportato da Richard Macphail in My book of Genesis. Acquistalo qui sotto (anche in versione inglese) e, oltre all'autore, aiuti anche Horizons Genesis - LEGGI COME:

«Il primo concerto per me è stato un disastro. Fino ad allora avevo usato un fuzzbox preso in prestito o il Marshall Superfuzz di Tony. Quindi tutto ha funzionato bene, ma quella sera mi hanno dato uno Shaftesbury Duo Fuzz che è un grande fuzzbox. Non riuscivo ad avere un Marshall Superfuzz e pensai, ‘Oh, questo suona bene'.

E quando abbiamo fatto il sound check sembrava tutto a posto, ma ovviamente quando tutti stavano suonando, era molto più forte e il ritorno un disastro.  Mi sono scoraggiato e ho dimenticato tutte le mie parti. Mi ricordo di una lite accesa dopo lo spettacolo e pensavo che fosse tutta colpa mia.

Col senno di poi, non lo era. Quello fu il mio momento più imbarazzante sul palco, essere sul palco con musica profondamente arrangiata e con la totale incapacità di ricordare una nota, perché non potevo controllare il mio suono. Non è un buon inizio, ho pensato.»

Steve non fa riferimento all'episodio nella sua autobiografia A Genesis in my bed... - Acquistala qui sotto e, oltre all'autore, aiuti anche Horizons Genesis - LEGGI COME:

Si limita a descrivere quanto fossero poco prestigiosi i primi concerti con i Genesis, spesso ambientati in scuole (solo maschili o solo femminili), con un numero esiguo di pubblico.

Ascolta un live di quel periodo:

Oppure Hackett ha rimosso l'episodio, anche se in realtà Steve non è il solo a suonare poco bene quella sera. Ricorda Mike Rutherford nella sua autobiografia, The Living Years, Arcana - Acquistala qui sotto e, oltre all'autore, aiuti anche Horizons Genesis - LEGGI COME:

«Come avremmo scoperto negli anni, Phil aveva la grande capacità di bere tanto senza darlo a vedere. Al primo concerto di Steve - University College London, gennaio 1971 - si verificò un’eccezione. Ci eravamo fatti qualche pinta ma nessuno si era accorto che Phil se n’era scolata qualcuna in più degli altri ed era sbronzo. Phil era un batterista così in gamba che poteva fare praticamente di tutto, ma quella sera si preparò per una delle sue grandi rullate e non successe niente. Silenzio. L’aveva eseguita alla perfezione, peccato che fosse spostato di venti centimetri da ciascun pezzo della batteria.

Povero Steve: era il suo primo concerto, era nervoso e noi avevamo un batterista ubriaco. A fine serata io e Tony facemmo passare un brutto momento a Phil, il che a Phil non diede alcun disturbo, ma sfortunatamente Steve pensò che stessimo litigando per causa sua: lo odiavamo e volevamo sbatterlo fuori. Come sempre, a nessuno passò per la testa di mettere al corrente il nuovo arrivato su come stavano le cose.»

E racconta Phil Collins nella sua autobiografia - Acquistala qui sotto e, oltre all'autore, aiuti anche Horizons Genesis - LEGGI COME:

«Per la maggior parte dei casi i concerti sono condotti in modo piuttosto professionale: arriviamo, suoniamo e torniamo a casa. Fumiamo qualche canna, ma niente bagordi esagerati. L’unica volta che succede è a un concerto alla City University di Londra, il primo di Steve con i Genesis. Suoniamo più tardi del previsto, quindi passo il tempo scolandomi un po’ di birre Newcastle Brown. Quando saliamo sul palco sono completamente sconclusionato. Faccio tutti i fill giusti, ma otto centimetri più a destra di dove dovrei. Altro che air-guitar, questa è air-drums. E dopo sono pentito: «Cosa penserà il nuovo chitarrista? Il suo primo concerto e il batterista è ubriaco fradicio». È la prima volta che suono da ubriaco, e sarà anche l’ultima.»

Clicca per acquistare l'autobiografia di Phil Collins
No, non sono ancora morto di Phil Collins. Retro-copertina.

Ma Steve, nonostante le sue preoccupazioni, passa l'esame. E la conferma viene da Peter Gabriel, che dichiara, riportato nel libro di Giammetti sopra citato:

«Abbiamo avuto due chitarristi negli ultimi mesi ma questo spero sia quello definitivo, lo abbiamo trovato attraverso il Melody Maker e sembra essersi adattato benissimo". (Peter Gabriei, Zig Zag n. 19, 5/71, «Genesis», anonimo).»

Ecco cosa ne pensa oggi Anthony Phillips:

Steve diventerà una colonna dei Genesis, nella formazione che molti considerano "quella vera" e oltre. Fino al clamoroso addio.

Ma questa è un'altra storia - LEGGILA QUI-.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Horizons Radio MAIL: CLICCA QUI

Le altre tappe dei 50 anni di "Nursery Cryme":

Angolo del Collezionsta

Ascolta i Genesis:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Verso i 50 anni di “Nursery Cryme”, 3.a tappa: Steve Hackett entra nei Genesis – AUDIO, VIDEO & RICORDI

"Nursery Cryme" compie 50 anni. Ci avviciniamo al compleanno attraverso le tappe che hanno portato a questo album di svolta nella storia dei Genesis, con audio, video, documenti e molto altro ancora.

Select Language

English English Italiano Italiano

La nostra terza tappa si svolge il 14 dicembre 1970: nei Genesis arriva il nuovo chitarrista solista: Steve Hackett. 

Quel giorno, infatti, scorrendo il Melody Maker, Peter Gabriel viene incuriosito dall’insolito annuncio di un certo Steve. Eccolo:

Da newslines.org

Come abbiamo visto nelle precedenti tappe - LEGGI -, la band è stata vicinissima a sciogliersi, perché Anthony Phillips ha lasciato i compagni d'avventura e loro hanno deciso di sostituire anche John Mayhew, l'attuale batterista. 

I Genesis hanno già ingaggiato Phil Collins alla batteria - LEGGI -, ora devono trovare un valido sostituto alla chitarra.

Hanno già provato in concerto sia Ronnie Caryl, grande amico di Phil (ha fatto l'audizione con lui) e chitarrista dei Flaming Youth, che Mick Barnard, membro dei Farm, ma entrambi  non hanno convinto gli esigenti membri della band.

Dopo l'addio di Anthony Phillips - LEGGI e poi con l'arrivo di Phil, i Genesis hanno quindi continuato come quartetto, con Tony che suonava tutte le parti di chitarra su un piano elettrico Hohner filtrato con un fuzz box. La ricerca ora sembra finita.

Ricorda Tony Banks in Genesis. Il fiume del costante cambiamento, di Mario Giammetti, Editori riuniti - Acquistalo qui sotto (anche in versione inglese) e, oltre all'autore, aiuti anche Horizons Genesis - LEGGI COME:

«Mike aveva fatto audizioni per lungo tempo, ma io e Peter ci convincemmo che stava cercando di trovare qualcuno che suonasse proprio come Ant, il che era ovviamente impossibile. Così andammo noi due a sentire Steve. Era veramente in gamba, a guardarlo sembrava uno dei tanti, invece sapeva comporre, sperimentare, non era il classico chitarrista scalmanato».

E ricorda Steve nello stesso preziosissimo libro di Giammetti:

«Suonavo un po’ alla Jimmy Page, con assolo veloci che mal si sposavano alla delicatezza delleloro canzoni. I primi tempi furono davvero difficili». 

Nella sua autobiografia A Genesis in my bed... - Acquistala qui sotto e, oltre all'autore, aiuti anche Horizons Genesis - LEGGI COME:

...Steve afferma che quell'annuncio suggeriva alte aspettative nei suoi confronti, ma deve aver avuto il tono giusto, perché ha attirato l'attenzione di un altro idealista che la pensava come lui:

«Era uno di quei grigi giorni di fine autunno, ero tornato nella mia camera da letto a esercitarmi con la chitarra, dopo aver aiutato la mamma a portare la roba nella spazzatura in cortile, e a sognare un roseo futuro lontano, quando il telefono squillò. "Ciao, mi chiamo Peter Gabriel. Ho appena letto il tuo annuncio...".»

Steve ricorda il provino con Peter e Tony. Suona alcuni brani da solo e con suo fratello John, anche un po' di  blues con l'armonica mentre John lo accompagna. Uno di essi, The Hermit, sarebbe apparso più tardi in "Voyage of the Acolyte". Ancora Steve:

«Suonavo sia la chitarra elettrica che quella acustica, e mi aiutava il fatto di suonare anche la dodici corde. Il mioamore per tutti e tre i tipi di chitarra mi mise in buona luce con i ragazzi. Penso che abbiano apprezzato il mio approccio eclettico e il mio interesse per tutti gli stili
musica. Se mi fossi reso conto che ero in competizione con circa quaranta altri chitarristi sarei stato molto più più nervoso. Probabilmente è stato un bene che io fossi in beata ignoranza. Pete ha fatto tutto il discorso e Tony è rimasto seduto lì in silenzio, con un'espressione vuota. Non prima di sei mesi dopo Tony mi disse: "Mi è piaciuto molto quello che hai suonato quel giorno". Non l'avrei mai capito! Ma ho apprezzato il commento.»

Superato lo scoglio rappresentato da Peter e Tony, Steve ha bisogno di assicurarsi l'appoggio di Mike Rutherford, "l'altro nostro chitarrista", che non è con loro perché convalescente.

Ricorda Mike nella sua autobiografia The Living Years - Acquistala qui sotto (anche in versione inglese) e, oltre all'autore, aiuti anche Horizons Genesis - LEGGI COME:

«Quando Pete e Tony portarono Steve a casa mia penso che avessero già deciso di farlo entrare nel gruppo, solo che non volevano dare l'impressione che mi stessero scavalcando. (...)

Steve non sembrava uno di noi. Aveva l'aspetto di uno studente d'arte. (...) E la cosa meno prevedibile era he gli piaceva la chitarra acustica. (...) Mi parve subito che ci fosse intesa tra di noi.»

Subito i due iniziano a scambiarsi accordi e a suonare insieme. Vanno d'accordo, entrano immediatamente in sintonia e Mike invita Steve a passare la notte da lui. Ciò ha dato loro la possibilità di suonare tanto e conoscersi meglio.

Phil Collins gli piace subito, è il tipo di persona capace di disinnescare le atmosfere con una battuta veloce durante durante le sessioni di prove tese. Condividono l'amore per i film e vanno spesso al cinema insieme.

Ma uno degli scogli più duri al suo arrivo nei Genesis è rappresentato dal sentirsi il successore di Anthony Phillips. Ricorda Steve:

«Ammiravo molto il suo modo di suonare e di comporre.
Il suo lavoro con la dodici corde era squisito. Ero preoccupato di non essere in grado di eguagliarlo agli occhi degli altri. Ant è sempre stato un ragazzo adorabile con un fantastico senso dell'umorismo oltre che un favoloso musicista e compositore. 
Anche se non siamo mai stati nella band insieme, io e lui siamo diventati amici e lo siamo ancora oggi. (...)
Ma in quei primi giorni dei Genesis mi sentivo costantemente nervoso, e ci volle un po' per superare quel senso di differenze sociali.»

La prima prova insieme è a West Hampstead:

«Mi resi conto che avevo bisogno di imparare non solo le canzoni ma anche il gergo dei Genesis. Avevano strane parole per diverse cose come "tipo" per una forma di accordo. "Questo è un bel tipo", diceva Mike. Avevano il loro linguaggio e condividevano esperienze che mi sembravano estranee. Avevano un'aura di mistero e io mi sorprendevo a chiedermi cosa stessero pensando. Erano pazienti con me e Richard MacPhail, che era sempre a disposizione per sostenerci come amico intimo, roadie e terapeuta interno era molto rassicurante.»

Poi è il momento di fare sul serio e iniziare le prove del nuovo album, "Nursery Cryme", appunto. I Genesis si spostano al "Cottage", nel Sussex, una proprietà di Tony Stratton-Smith. Dalla popolare e familiare Pimlico alla nobile e silenziosa campagna inglese il passo è grande per Steve.

Inoltre, Steve è l'unico a essere single nel gruppo. Nel cottage si aggirano varie fidanzate. Lui non ha nessuno, neanche un amico, da portare lì.

Per fortuna c'è la musica su cui concentrarsi e un capolavoro da far nascere. Un'altra tappa che ci porterà all'uscita di "Nursery Cryme".

Ulteriori dettagli, Steve li ha raccontati nel suo blog:

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Horizons Radio MAIL: CLICCA QUI

Le altre tappe dei 50 anni di "Nursery Cryme":

Angolo del Collezionsta

Ascolta i Genesis:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Verso i 50 anni di “Nursery Cryme”, 2.a tappa: Phil Collins inizia le prove con i Genesis – AUDIO, VIDEO & RICORDI

"Nursery Cryme" compie 50 anni. Ci avviciniamo al compleanno attraverso le tappe che hanno portato a questo album di svolta nella storia dei Genesis, con audio, video, documenti e molto altro ancora.

Select Language

English English Italiano Italiano

La seconda nostra tappa si svolge alla fine di agosto 1970: i Genesis iniziano le prove con il loro nuovo batterista: Phil Collins. 

Ascolta il Podcast (in italiano) - CLICCA QUI.

Come abbiamo visto, l'8 agosto 1970 una telefonata ha allungato la vita dei Genesis, che, dopo l'addio di Anthony Phillips, sembravano già vicini alla fine. LEGGI LA PRIMA TAPPA DEL NOSTRO SPECIALE DI AVVICINAMENTO ALL'ANNIVERSARIO DI "NURSERY CRYME".

«Pronto Phil? Sono Peter Gabriel. Quello dei Genesis. Il posto è tuo, se lo vuoi».

Nei giorni precedenti Phil Collins ha sostenuto un "provino" con i Genesis, dopo aver risposto al loro annuncio.  

Da genesisfan.net

La band è stata vicinissima a sciogliersi, perché Anthony Phillips ha lasciato i compagni d'avventura e loro hanno deciso di sostituire anche John Mayhew, l'attuale batterista. 

Qualche giorno dopo la telefonata, i Genesis e Phil Collins si incontrano nell’ufficio di Tony Stratton-Smith alla Charisma a Soho. Racconta Phil nella sua autobiografia:

"L’incontro va benone. Mi piace soprattutto la parte in cui scopro che i Genesis hanno un salario settimanale di dieci sterline, perché raddoppia il livello di reddito a cui sono abituato."

 Ma c'è anche una brutta notizia: Tony, Mike e Peter hanno intenzione di prendersi due settimane di vacanza. Collins sperava di iniziare subito e non solo per l'entusiasmo. Ha bisogno di soldi.

E così, come rivela sempre nella sua autobiografia, Phil si mette a fare l'imbianchino per due settimane.

Clicca per acquistare l'autobiografia di Phil Collins
No, non sono ancora morto di Phil Collins. Retro-copertina - CLICCA SULL'IMMAGINE PER ACQUISTARE IL LIBRO.

Il 24 agosto, Peter, Mike e Tony tornano dalle vacanze. Le prove possono iniziare e quindi il nuovo impiego di Phil, anche se la band deve ancora onorare alcune date nella vecchia formazione, come al mitico Marquee Club.

Da genesis-movement.org

Dato che loro vivono tutti dalle parti del Surrey e Collins nella periferia ovest di Londra, Mike lo invita a stare a casa dei suoi a Farnham. Phil racconta:

"È un’altra casa grandiosa, anche se con un’atmosfera molto calda e alla mano. Mi congedo felicemente da Londra e mi trasferisco da Mike (...) Mi piace vivere a casa dei genitori di Mike. A colazione ci sono le uova sode e c’è sempre qualcosa che cuoce sulla cucina economica".

Le prove della nuova formazione dei Genesis avvengono a Maltings, un complesso agricolo a Farnham, appunto. Ancora l'autobiografia di Phil:

"Il resto della mia vita inizia con le prime prove della nuova formazione dei Genesis nel settembre 1970, nell’ambiente ricoperto di guano di piccione di Maltings, un vecchio complesso agricolo a Farnham. Montiamo l’equipaggiamento e cominciamo a suonare con quello che descriverei un entusiasmo confuso: vari amici di Peter, Tony e Mike dalla scuola privata passano a trovarci, io scopro nuovi cibi esotici come il Marmite e la tahina, e spesso tutto è avvolto dal dolce profumo dell’erba".

Oltre ai vari amici della Charterhouse, che passano a trovarli, a colpire Phil è la presenza costante di Richard MacPhail. Ricorda Phil:

"Era stato il cantante degli Anon, uno dei gruppi pre-Genesis alla Charterhouse. È il road manager e tecnico del suono, oltre che un gran fumatore di canne. Forse non ha altra scelta, dato che dorme a Maltings, condividendo la cuccetta con i piccioni e il loro guano, e sorvegliando gli strumenti. È lui a introdurmi al piacere dell’ascolto in cuffia da fumati. «Déjà Vu» di Crosby, Stills & Nash è uscito da poco e Richard porta il disco, prepara una canna gigantesca ed esorta me e Mike a immergerci nelle maestose armonie sonore di Carry On. Non è proprio come spalancare a calci le porte della percezione, ma almeno ci busso delicatamente."

Maltings è un vecchio fienile molto confortevole, qui i nuovi Genesis si trovano a loro agio a suonare, improvvisare. E qui preparano i concerti futuri con la nuova formazione. L'atmosfera è apparentemente distesa, anche se, nella sua autobiografia, The Living Years, Mike Rutherford sottolinea le differenze tra loro:

"Noi e Phil non vivevamo sullo stesso pianeta. Lui aveva sempre l'atteggiamento spensierato da ragazzo della porta accanto: andiamo al bar a farci un drink, raccontiamo una barzelletta, fumiamoci una sigaretta o uno spinello. La vita è bella. E penso che uno dei motivi per cui piaceva a Pete fosse proprio che Phil non aveva il nostro background, non proveniva come noi da un mondo ristretto e limitato. Pete  era meno rigido di me e Tony, assai più incline alle emozioni e ai sentimenti; molto più curioso verso il mondo in generale."

E Phil rivela che:

"A ogni modo, le consuetudini apprese a scuola sono dure a morire, e la gerarchia sociale presto è evidente. Non c’è da stupirsi: io sono l’ultimo."

Anche se non è solo a "contrapporsi" ai tre, perché con loro c’è un altro chitarrista, Mick Barnard. Abbiamo visto che, dopo l'addio di Anthony Phillips e poi con l'arrivo di Phil, i Genesis hanno continuato come quartetto, senza chitarrista, con Tony che suonava tutte le parti di chitarra su un piano elettrico Hohner filtrato con un fuzz box. Poi hanno trovato Mick, ma non è la persona giusta e la ricerca di un chitarrista continua.

Una volta, scorrendo il Melody Maker, trovano l’annuncio di Steve Hackett.  

Ma questa è un'altra tappa della storia del capolavoro "Nursery Cryme".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Horizons Radio MAIL: CLICCA QUI

Le altre tappe dei 50 anni di "Nursery Cryme":

Angolo del Collezionsta

Ascolta i Genesis:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Verso i 50 anni di “Nursery Cryme”, 1.a tappa: l’ingresso di Phil Collins nei Genesis – AUDIO, VIDEO & RICORDI

"Nursery Cryme" compie 50 anni. Ci avviciniamo al compleanno attraverso le tappe che hanno portato a questo album di svolta nella storia dei Genesis, con audio, video, documenti e molto altro ancora.

Select Language

English English Italiano Italiano

La prima tappa si svolge l'8 agosto 1970 quando una telefonata allunga la vita dei Genesis. 

Da genesisfan.net

Dopo l'addio di Anthony Phillips, la band sembra già vicina alla fine, dopo solo due album all'attivo. Ecco il racconto di quei giorni fondamentali nella vita dei Genesis e dei loro fan. 

Suona il telefono al 453 di Hanworth Road, quartiere di Hounslow, sobborgo occidentale di Londra. Una voce dice: «Pronto Phil? Sono Peter Gabriel. Quello dei Genesis. Il posto è tuo, se lo vuoi».

E' l'8 agosto 1970. Nei giorni precedenti Phil Collins ha sostenuto un "provino" con i Genesis. La band è stata vicinissima a sciogliersi e tuttora è in un equilibrio molto instabile. La simmetria creativa non c'è più, da quando Anthony Phillips ha lasciato i compagni d'avventura. Prima i Genesis avevano due coppie di autori, Mike Rutherford e Ant da una parte, Tony Banks e Peter Gabriel dall’altra. Ma soprattutto erano amici. Adesso uno di loro se ne va.

Da genesismuseum.com

Perché il 18 luglio alla Sussex Hall di Haywards Heath, Anthony Phillips è salito sul palco per l'ultimo concerto con il gruppo di cui è il fondatore. Guarda e ascolta i ricordi di quella data nello SPECIALE DI HORIZONS RADIO. 

La fobia del palco si è rivelata molto più di una semplice paura, è terrore. Ant è molto dimagrito e appare distrutto, ma la band non ha il tempo per accorgersi di ciò che sta accadendo nell'animo dell'amico. E' un momento in cui le cose sembrano muoversi. Hanno appena registrato Trespass (uscirà in autunno) e sono in tour in Inghilterra.

La musica che Ant ama tanto sta diventando invece causa di infelicità. Rutherford è il primo a conoscere le sue intenzioni. Poco prima di un concerto precedente, si sono appartati ed è arrivata, come una doccia fredda, la rivelazione. Rutherford sa che l'amico ha paura del palco, ma non c'è stato tempo per approfondire il discorso e Phillips non ha più fatto cenno alla sua fobia.

Quel 18 luglio ad Haywards Heath i Genesis suonano davanti a 25 persone. Il tragitto verso casa Mike e Peter lo compiono nella nuova auto di Gabriel, una Hillman Imp. Insieme prendono in considerazione la situazione. Anthony sembra insostituibile, i Genesis appaiono come indivisibili, la voglia di smettere sta per prendere il sopravvento.

Eppure durante quel viaggio qualcosa di diverso matura, l'idea di potercela fare anche senza l'amico. Bisogna andare avanti.

E così i Genesis ne approfittano per operare una piccola rivoluzione. Con Anthony viene fatto uscire dalla band anche l'ennesimo batterista: John Mayhew.

Ecco perché i tre rimasti sono alle prese con le audizioni, quell'estate del 1970. E' urgente trovare un nuovo batterista, ma si cerca pure un chitarrista, ovviamente, anche se al momento le parti di Phillips sono affidate al piano Hohner e al fuzzbox di Tony, con Rutherford a chitarra e basso a pedali. Nel dopo-Ant i Genesis stanno infatti effettuando diverse date in quartetto, anche importanti, come questa, al Marquee Club di Londra:

Da genesis-movement.org

L'atmosfera è quindi tesissima. La posta in gioco è la sopravvivenza e potrebbe non essere facile trovare qualcuno all'altezza delle aspettative.

All'annuncio sul Melody Maker risponde tra gli altri Phil Collins.

Phil è appena stato ad Abbey Road per incidere le congas nel brano All Things Must Pass di George Harrison, anche se poi nei crediti non c'è il suo nome e nella registrazione non si notano affatto le sue percussioni. ASCOLTA:

E il suo gruppo attuale, Flaming Youth, vacilla. L'album Ark 2 non ha dato i risultati di vendita sperati. Collins ha un disperato bisogno lavorare.

Ogni giovedì compra tutte le riviste musicali, ed ecco che l'annuncio «Tony Stratton-Smith cerca chitarrista dodici corde e batterista sensibile alla musica acustica» attira la sua attenzione. Phil non conosce granché i Genesis, ma li vede spesso nelle pubblicità dei concerti sui giornali. Buon segno - pensa - vuol dire che ne fanno tanti.

Invece Collins conosce già Strat dai tempi dei Freehold, una band in cui ha militato per poco tempo. I Freehold vivevano in un albergo in Russell Square a Bloomsbury. Quell’albergo è anche il posto dove Phil ha incontrato per la prima volta Tony Stratton-Smith. Diventano amici, si stanno simpatici a vicenda, secondo lui. Quindi pensa di poter avere una corsia preferenziale, una buona parola, per entrare nei Genesis, senza passare dalle audizioni. Rintraccia Stratton-Smith al Marquee Club. Gli offre un drink e gli parla dell'annuncio. 

«No, no, no, ragazzo mio, - risponde Strat - sono tipi esigenti. Devi richiamarli. Devi andare a fare l’audizione.»

Anche per farsi forza, Phil invita il suo amico Ronnie Caryl, pure lui alla ricerca di una via di fuga dai Flaming Youth e aspirante al ruolo che fu di Ant. L'appuntamento è a casa dei genitori di Peter a Chobham, nel Surrey, la settimana dopo. Apre la porta una signora di mezza età. E' la signora Gabriel.
«Entrate, entrate. - dice - Siete un po’ in anticipo. Fatevi pure una nuotata, mentre aspettate.»

Anche la piscina! - pensa Phil - Le cose nella sua vita stanno proprio migliorando. Se solo avesse pensato di portarsi il costume da bagno. Comunque decide di farsi un tuffo. Negli ultimi due anni ha imparato a cogliere qualsiasi opportunità. Chissà  - si chiede - se gli offriranno mai più di fare un tuffo in una piscina privata riscaldata. Si toglie i jeans e rimane solo con gli slip, poi si tuffa. È un lusso di prima classe a cui non affatto è abituato.

Mentre sguazza in piscina, Phil sente le prove dei due batteristi suoi rivali. Lo standard è accettabile e ascoltandoli capisce con chi deve contendere il posto. Ma intanto continua a godersi la piscina, per calmare i nervi. Poi è il suo turno. Arriva Peter, con in mano l’ancora inedito Trespass.

Gli  fa sentire tre pezzi: Stagnation, Looking for Someone, The Knife. Ma quando siede alla batteria, Collins ha già memorizzato la parte che loro stanno utilizzando nelle audizioni e mostra una sicurezza che colpisce tutti. E alla fine della prova, è sicuro di aver fatto bene.

E' anche l’ultimo batterista della giornata e quindi, tra una chiacchiera e l'altra, cerca di capire com'è andato il suo provino. Ma invano. Tutto quello che riesce a ricevere è un classico «ti faremo sapere».

Quasi non ci pensa più quando l’8 agosto suona il telefono al 453 di Hanworth Road. Phil ce l'ha fatta. In seguito scoprirà che Peter ha capito subito che lui è il tipo giusto per i Genesis, Mike è meno convinto. Tony fiducioso, ma riservato.

Cerca di fare l’indifferente, ma dentro di sé fa salti di gioia. Finalmente ha trovato un gruppo. Ronnie invece non passa l'"esame". Per il nuovo chitarrista la ricerca continua.

Ma questa è un'altra tappa della storia che porterà a "Nursery Cryme".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Horizons Radio MAIL: CLICCA QUI

Le altre tappe dei 50 anni di "Nursery Cryme":

Angolo del Collezionsta

Ascolta i Genesis:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Prog Magazine #122 e Prog Italia #39 celebrano i 50 anni di “Nursery Cryme” dei Genesis

Prog Magazine numero 122 e Prog Italia numero 39 celebrano i 50 anni di "Nursery Cryme".

Select Language

English English Italiano Italiano

Interviste con la band e con coloro che hanno lavorato con loro all'epoca per ottenere la storia di un classico del prog.

Leggi Prog Italia su Nursery Cryme - CLICCA QUI

Abbonati o ordina la tua copia qui:

12 novembre 1971, esce Nursery Cryme. 

Un capolavoro, ricercatissimo dai collezionisti. Guarda L'Angolo del Collezionista: Nursery Cryme e tutte le uscite nazionali.

 

Le ultime della Band su Horizons Genesis:

Angolo del Collezionsta

Ascolta i Genesis:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Genesis: “The Last Domino? Tour” in corso negli USA e da marzo 2022 in Europa – AGGIORNAMENTI

The Last Domino? Tour: ecco tutte le date in Europa e in USA. Inoltre le parole, le notizie, la rassegna stampa, i biglietti in vendita.

Select Language

English English Italiano Italiano

Annunciate nuove date europee, i biglietti sono in prevendita su genesis.music.com:

7 Marzo - Mercedes-Benz Arena, Berlin, Germany
8 Marzo - Mercedes-Benz Arena, Berlin, Germany
10 Marzo - ZAG Arena, Hannover, Germany
11 Marzo - ZAG Arena, Hannover, Germany
13 Marzo - LANXESS Arena, Cologne, Germany
14 Marzo - LANXESS Arena, Cologne, Germany
16 Marzo - La Défense Arena, Paris, France
17 Marzo - La Défense Arena, Paris, France
19 Marzo - LANXESS Arena, Cologne, Germany
21 Marzo - Ziggo Dome, Amsterdam, Netherlands
22 Marzo - Ziggo Dome, Amsterdam, Netherlands

I tre show di Londra annullati in ottobre sono stati riprogrammati il 24, 25 e 26 marzo 2022. Ecco il post:

Maggiori informazioni sullo spettacolo di Glasgow, rimandato, arriveranno tra poco.

I concerti di Dublino e Belfast sono stati cancellati.

Aggiunta una data a New York l'11 dicembre.

I Genesis tornano in concerto anche negli Stati Uniti, dopo 14 anni.

The Last Domino? Tour  in USA prende il via a Chicago il 15 novembre.

I biglietti in prevendita per tutti gli spettacoli sono disponibili su Ticketmaster Verified.

Tutte le date USA, la prevendita dei biglietti e ulteriori informazioni sul tour, sui biglietti e sui pacchetti VIP son su www.genesis-music.com.

Dusk n. 97 ha rivelato in esclusiva mondiale che i due coristi del tour dei Genesis sono Daniel Pearce e Patrick Smyth.

 

Guarda le immagini e le dichiarazioni delle prove e non solo:

Tony Banks, Phil Collins e Mike Rutherford hanno confermato la reunion nel programma di Zoe Ball su BBC Radio 2.

Il trio sarà affiancato dal figlio diciottenne di Collins, Nicholas alla batteria e Daryl Stuermer alla chitarra e al basso.

 

Ecco le parole dei Genesis:

https://www.facebook.com/BBCR2/videos/204374560635499/

"Penso che sia il momento giusto", ha detto Banks. "Siamo tutti buoni amici, siamo tutti maturi e... eccoci qui".

“Farò del mio meglio per suonare alcune parti del tour”, ha spiegato Phil Collins. “Devo iniziare a pensarci davvero seriamente, ma ho già calcolato quello che farò e quali canzoni suonare”. 

"Tutti noi pensavamo: 'Perché no?', ha detto Collins. "Sembra una ragione un po' patetica, ma ci piace la compagnia reciproca, ci piace suonare insieme".

Banks ha aggiunto che il trio non ha chiesto a Gabriel di partecipare al reunion tour, perché "la maggior parte delle canzoni che la gente conosce è arrivata dopo la sua partenza. Peter ha lasciato la band 45 anni fa e da allora ha vissuto come aveva voluto".

"C'è un sound dei Genesis che è ancora presente", ha detto Mike Rutherford. "Mi mancava, è bello suonarlo di nuovo".

"E' una bella sensazione, è il momento giusto, non vediamo l'ora di farlo", ha continuato Mike Rutherford. Molti dei nostri contemporanei hanno suonato molto, abbiamo fatto due spettacoli nel Regno Unito negli ultimi 28 anni".

Sul figlio diciottenne Nicholas, che suonerà la batteria negli show, Phil Collins ha detto: "Suona come me e ha il mio stesso atteggiamento. Quindi è un buon punto di partenza".

Sulla potenziale scaletta, Collins ha detto: "Ci sono canzoni che senti di dover suonare perché il pubblico si sentirebbe imbrogliato se non lo facessi, allora si tratta di mettere insieme il resto del materiale con canzoni che non suoniamo da molto tempo. Ma ci sono alcuni vecchi cani che non correranno".

Le voci di una reunion circolavano da quando Collins e Rutherford si sono esibiti insieme a Berlino lo scorso giugno.

Collins ha poi accennato alla possibilità di una reunion: "Rimaniamo amici intimi, quindi non si sa mai."

All'inizio di questa settimana, una fotografia dei tre membri è apparsa sull'account ufficiale di Instagram dei Genesis con la didascalia: "E poi erano tre."

L’ultimo concerto dei Genesis risale al 2007, quando il gruppo britannico suonò al Circo Massimo di Roma, in un concerto gratuito, davanti ad oltre 500mila spettatori.

Rassegna stampa:

GENESIS: Transcript of their interview on BBC Radio 2 yesterday now available here: https://bit.ly/2v081i6

I Genesis tornano insieme dopo 13 anni

Diretta Facebook

Facebook Pagelike Widget

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Horizons Radio MAIL: CLICCA QUI

Horizons Radio News

Ascolta i Genesis:

Angolo del Collezionista: Genesis

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Genesis: “The Last Domino? Tour” – DIARIO SOCIAL e DICHIARAZIONI

The Last Domino? Tour: il diario social, i video e le dichiarazioni dei Genesis.

Select Language

English English Italiano Italiano

Diario Social:

Ripartito il tour il 15 novembre negli USA.

Riprogrammate la date di Londra e aggiunte nuove date a New York e in Europa. Ecco i post:

L'8 ottobre i Genesis avevano dovuto comunicare l'interruzione del tour causa Covid. Ecco il comunicato:

Il 5 ottobre i Genesis hanno aggiunto una registrazione completa dello show di Newcastle del 1° ottobre sul loro canale YouTube:

Il 2 ottobre i Genesis avevano aggiunto la registrazione completa dello show di Leeds del 28 settembre:

 

La setlist del primo show a Birmingham:

Set 1

Behind the Lines / Duke's End
Turn It On Again
Mama
Land of Confusion
Home by the Sea
Second Home by the Sea
Fading Lights / The Cinema Show / Afterglow

Acoustic Set

That's All
The Lamb Lies Down on Broadway
Follow You Follow Me

Set 2

Duchess
No Son of Mine
Firth of Fifth / I Know What I Like (In Your Wardrobe)
Domino
Throwing It All Away
Tonight, Tonight, Tonight
Invisible Touch

BIS

I Can't Dance
Dancing With the Moonlit Knight / The Carpet Crawlers

I video:

 

Ecco le date riprogrammate nel 2021.

Il 30 aprile, in una intervista, Nic Collins aveva parlato del tour dei Genesis e anche della sua band, Better Strangers. Ascolta:

Il 18 aprile, Mike Rutherford aveva anticipato in una conversazione con Gary Kemp e Guy Pratt nel podcast Rockonteurs che la notizia, poi confermata il 29 settembre, degli show nordamericani del tour dei Genesis. Ascolta la sua intervista:

Il 3 aprile i Genesis hanno pubblicato il nuovo teaser del tour. Eccolo:

Il 22 gennaio i Genesis avevano pubblicato un primo teaser. Un assaggio del palco, della disposizione degli strumenti e degli effetti scenici.

Ecco nel dettaglio come si presenta la batteria di Nic Collins. Da un post su Facebook di Gretsch Drums del 12 gennaio:

Nic Collins with his new kit for the the next Genesis Tour. #gretschdrums

Pubblicato da Gretsch Drums su Martedì 12 gennaio 2021

Con un post su Facebook del 27 ottobre 2020, i Genesis avevano pubblicato le prime immagini della reunion per le prove del tour. Eccolo:

Phil, Tony Banks and Mike Rutherford have reunited in London and started rehearsals for the forthcoming Genesis 'The...

Pubblicato da Phil Collins su Martedì 27 ottobre 2020

Angolo del Collezionista

Ascolta i Genesis:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Steve Hackett: il “Seconds Out + More Tour 2021/22” è in corso in Europa – DIARIO SOCIAL & AGGIORNAMENTI

Tutte le date, gli aggiornamenti e il diario social degli spettacoli del tour di Steve Hackett annullati e/o riprogrammati nel 2021/2022. 

Select Language

English English Italiano Italiano

Steve Hackett Genesis Revisited Seconds Out and More! Tour 2021

Date, Biglietti e Diario Social di Novembre 2021

11 November 2021 - Pakkahuone, Tampere, FINLAND

12 November 2021 - House of Culture, Helsinki, FINLAND

14 November 2021 - Nalen, Stockholm, SWEDEN

16 November 2021 - Sentrum Scene, Oslo, NORWAY

18 November 2021 - Pustervik, Gothenburg, SWEDEN

19 November 2021 - Kulturbolaget, Malmö, SWEDEN

20 November 2021 - Amager Bio, Copenhagen, DENMARK

25 November 2021 - Monte Carlo Jazz Festival, Opéra Garnier, Monte Carlo, MONACO - TICKETS

30 November 2021 - La Salle Pleyel, Paris, FRANCE - TICKETS

Steve Hackett Acoustic show at Trading Boundaries

Trading Boundaries acoustic shows

11 December 2021 - Trading Boundaries, Sheffield Green, Nr Fletching, East Sussex - TICKETS

12 December 2021 - Trading Boundaries, Sheffield Green, Nr Fletching, East Sussex - TICKETS

Steve Hackett Genesis Revisited 2021/22 Tour - SECONDS OUT + MORE! - 2022

06 March 2022 - Stadsschouwburg, Antwerp, BELGIUM - TICKETS(ENG) TICKETS(FR) TICKETS(NL)

07 March 2022 - TivoliVredenburg Grote Zaal, Utrecht, NETHERLANDS -TICKETS

08 March 2022 - TivoliVredenburg Grote Zaal, Utrecht, NETHERLANDS - TICKETS

10 March 2022 - Jahrhunderthalle, Frankfurt, GERMANY - TICKETS

11 March 2022 - Laeiszhalle, Hamburg, GERMANY - TICKETS

13 March 2022 - Verti Music Hall, Berlin, GERMANY - TICKETS

14 March 2022 - Kulturpalast, Dresden, GERMANY - TICKETS

16 March 2022 - Narodowe Forum Muzyki, Wroclaw, POLAND - TICKETS

17 March 2022 - Klub Progresja, Warsaw, POLAND - TICKETS

Show in US & CANADA riprogrammati:

Steve Hackett Genesis Revisited 2021/22 Tour - SECONDS OUT + MORE!

26 March 2022 - Oakville Centre for Performing Arts, Oakville, ON, CANADA - TICKETS link coming soon
NEW! Seconds out + More! show

27 March 2022 - Oakville Centre for Performing Arts, Oakville, ON, CANADA - TICKETS link coming soon
NEW! Seconds out + More! show

29 March 2022 - Grand Theatre de Quebec, Quebec City, QC, CANADA - TICKETS link coming soon
NEW! Seconds out + More! show

31 March 2022 - Willfrid Pelletier, Montreal, CANADA - TICKETS link coming soon
NEW! Seconds out + More! show

02 April 2022 - Wilbur Theatre, Boston, MA, US - TICKETS
NEW! Seconds out + More! show

New show added! 03 April 2022 - Beacon Theatre, New York, NY, US - TICKETS - PRE-SALE CODES: (LN): PITCH; (Venue): SOCIAL and STEVENYC
NEW! Seconds out + More! show

04 April, 2022 - Ridgefield Playhouse, Ridgefield, CT, US - TICKETS
NEW! Seconds out + More! show

* 06 April, 2022 - Whitaker Centre, Harrisburg, PA, US - TICKETS (Existing tickets valid)
RESCHEDULED show

07 April, 2022 - Scottish Rite, Collingswood, NJ, US - TICKETS
NEW! Seconds out + More! show

* 08 April, 2022 - Scottish Rite, Collingswood, NJ, US - TICKETS (Existing tickets valid)
RESCHEDULED show

* 09 April, 2022 - Scottish Rite, Collingswood, NJ, US - TICKETS (Existing tickets valid)
RESCHEDULED show

10 April, 2022 - Hart Theatre "The Egg", Albany, NY, US - TICKETS
NEW! Seconds out + More! show

13 April, 2022 - Warner Theatre, Washington, DC, US - TICKETS
NEW! Seconds out + More! show

* 14 April, 2022 - Carolina Theatre, Durham, NC, US - TICKETS (Existing tickets valid)
RESCHEDULED show

* 16 April, 2022 - The Variety Playhouse, Atlanta, GA, US - TICKETS (Existing tickets valid)
RESCHEDULED show

* 19 April, 2022 - Ponte Vedra Concert Hall, Ponte Vedra, FL, US - TICKETS (Existing tickets valid)
RESCHEDULED show

* 20 April, 2022 - Plaza Live, Orlando, FL, US - TICKETS (Existing tickets valid)
RESCHEDULED show

* 22 April, 2022 - Bilheimer Capitol Theatre, Clearwater, FL, US - TICKETS (Existing tickets valid)
RESCHEDULED show

* 23 April, 2022 - Parker Playhouse, Ft. Lauderdale, FL, US - TICKETS (Existing tickets valid)
RESCHEDULED show

26 April, 2022 - River City Casino, St Louis, MO, US - TICKETS
NEW! Seconds out + More! show

New show added! 27 April, 2022 - Palladium at the Center for the Performing Arts, Carmel, IN, US - TICKETS - PRE-SALE CODE: HACKETT
NEW! Seconds out + More! show

28 April, 2022 - Taft Theatre, Cincinnati, OH, US - TICKETS
NEW! Seconds out + More! show

30 April, 2022 - The Palace Theatre, Greensburg, PA, US - TICKETS
NEW! Seconds out + More! show

Show in Australia & New Zealand riprogrammati:

17 June, 2022 - Great Hall, Auckland, NEW ZEALAND - TICKETS | INFORMATION

20 June, 2022 - Tivoli, Brisbane, AUSTRALIA - TICKETS | INFORMATION

22 June, 2022 - Enmore Theatre, Sydney, AUSTRALIA - TICKETS | INFORMATION

23 June, 2022 - The Palais, Melbourne, AUSTRALIA - TICKETS | INFORMATION

24 June, 2022 - The Gov, Adelaide, AUSTRALIA - TICKETS | INFORMATION

26 June, 2022 - Astor Theatre, Perth, AUSTRALIA - TICKETS | INFORMATION

Steve Hackett Genesis Revisited 2021/22 Tour - SECONDS OUT + MORE!

20 July 2022 - Lichtburg, Essen, GERMANY - TICKETS

22 July 2022 - Hege-Saal | Liederhalle, Stuttgart, GERMANY - TICKETS

Rescheduled: Night Of The Prog 2022

23 July, 2022 - Night Of The Prog, Loreley, GERMANY - INFO

Cropredy 2022

12 August, 2022 - Cropredy (Festival), Banbury, Oxfordshire, UK - INFO

Settembre & Ottobre 2021, Diario Social

10 September 2021 - De Montfort Hall, Leicester, UK 

11 September 2021 - Philharmonic, Liverpool, UK

12 September 2021 - Victoria Hall, Stoke, UK

14 September 2021 - Symphony Hall, Birmingham, UK

15 September 2021 - Corn Exchange, Cambridge, UK

17 September 2021 - St David's Hall, Cardiff, UK

18 September 2021 - The Anvil, Basingstoke, UK

20 September 2021 - Palladium, London, UK 

21 September 2021 - Palladium, London, UK 

22 September 2021 - Palladium, London, UK 

24 September 2021 - O2 Apollo, Manchester, UK

25 September 2021 - Playhouse, Edinburgh, UK

27 September 2021 - Royal Concert Hall, Glasgow, UK

30 September 2021 - The Baths Hall, Scunthorpe, UK

01 October 2021 - St George's Hall, Bradford, UK

02 October 2021 - Royal Concert Hall, Nottingham, UK

04 October 2021 - Fairfield Halls, Croydon, UK

05 October 2021 - G Live, Guildford, UK

07 October 2021 - Dome, Brighton, UK

08 October 2021 - Lighthouse, Poole, UK

09 October 2021 - De La Warr Pavilion, Bexhill, UK

11 October 2021 - Mayflower, Southampton, UK

12 October 2021 - Pavilions, Plymouth, UK

14 October 2021 - The Sands Centre, Carlisle, UK

15 October 2021 - Stockton Globe, Stockton, UK 

16 October 2021 - O2 City Hall, Newcastle, UK

18 October 2021 - Waterside, Aylesbury, UK 

19 October 2021 - New Theatre, Oxford, UK 

21 October 2021 - Cresset, Peterborough, UK

22 October 2021 - Royal Hall, Harrogate, UK 

23 October 2021 - Caird Hall, Dundee, UK

Aggiornamenti via Facebook (attendi l’apertura della pagina):

Facebook Pagelike Widget

Le altre notizie su Steve Hackett:

Steve Hackett, The Night Siren: nuovo brano – VIDEO

Angolo del Collezionista

Ascolta Steve Hackett:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Peter Gabriel: tutti gli indizi e le prove che portano al nuovo album

Peter Gabriel e le fasi del suo nuovo album "I/O" (titolo provvisorio e non ancora confermato dall'interessato), in preparazione da un bel po' di anni. Tutti gli indizi.

Select Language

English English Italiano Italiano

Tutti i fan di Peter Gabriel si stanno chiedendo a che punto sia il nuovo album.

Ecco l'ultimo post su Facebook di Peter datato 30 ottobre:

Il 21 ottobre 2021, a Milano, Peter ha rivelato nuovi dettagli:

Un precedente è stato l'intervista a UNCUT Magazine, del 16 luglio 2020:

Prima, in un'intervista del 16 giugno 2020 alla BBC, aveva dichiarato:

«Per quanto riguarda la musica, non ho avuto tanto tempo come faccio di solito, che non è ancora come prima. Ma ci sono state delle novità. C'è una canzone COVID - beh, c'è un testo COVID, in realtà -. Mi è stato chiesto di scrivere qualcosa e probabilmente si trasformerà in una canzone. Quindi ci sono brani e pezzi che vanno nella giusta direzione». (Intervista di Matt Everitt).

Nel marzo 2020 Peter aveva scritto ad un giornale dando un altro indizio della propria attività compositiva, anche se molto a rilento.

Il sito genesis-news.com aveva segnalato la reazione di Peter Gabriel a un articolo del Times (vedi immagine sopra di Matt LeDonne tratta da genesis-news.com).

Peter ha così rivelato che sta lavorando a un nuovo brano sull'invecchiamento, chiamato "So Much".

In un articolo del 6 marzo, il quotidiano The Times riportava le parole di Phil Collins: "i vecchietti del Rock dovrebbero parlare della loro generazione".

Peter ha preso carta e penna e ha risposto che sta lavorando a una "canzone sull'invecchiare" chiamata "So Much".

L'immagine qui sopra l'ha postata su Twitter l'autore dell'articolo del Times, confermando che è stato proprio Peter ad aver risposto.

In una intervista a BBC Radio 6 Music nell'aprile del 2019, Peter aveva parlato di nuove canzoni e del album:

https://www.bbc.co.uk/programmes/m0003zly

Nell'inverno 2018 Peter ha pubblicato questo post su Facebook:

Alimentando di nuovo le speranze dei fan.

A questi indizi vanno aggiunti i brani che Peter ha solo citato, come "Here Comes Love?", di cui ha parlato su Facebook il 28 ottobre 2014 o fatto uscire in varie modalità e che non sono stati ancora inseriti in un album, come "I'm Amazing", postata su YouTube il 17 giugno 2016 (leggi qui come è stato accolto il brano) e ispirata alla vita e alle battaglie di Muhammad Ali.

 

La canzone è stata seguita poco dopo da "The Veil", arrivata l'8 septembre 2016 (leggi qui come è stato accolto il brano). Faceva parte del film di Oliver Stone "Snowden", ma senza entrare a far parte della colonna sonora (altro indizio questo che fece ben sperare).

Al momento il quadro è completo, nel senso che un po' di materiale è a disposizione dei fan anche se, essendo passato così tanto tempo ci si aspetterebbe qualcosa di più concreto. Staremo a vedere. Se vuoi rimanere aggiornato/a sugli sviluppi, iscriviti alle nostre newsletter qui sotto.

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Ipse Dixit: parla Peter Gabriel, a Milano per il libro di fotografie della figlia Anna – VIDEO

Peter Gabriel ha presentato a Milano il 21 ottobre "Eye-D", il libro fotografico della figlia Anna.

Select Language

English English Italiano Italiano

Compra il libro qui:

Pubblicato in Italia da Rizzoli Lizard, il libro presenta le immagini ravvicinate degli occhi di una serie di nomi noti. Tra loro ci sono David Byrne, Helena Christensen, Willem Defoe, The Edge, Noel Gallagher, Annie Lennox, Susan Sarandon, Benjamin Zephaniah, Peter Gabriel e molti altri.

A sostegno dell'uscita due eventi in Italia, a Milano, un book signing alla Fondazione Sozzani mercoledì 20 ottobre e un Q&A con Anna e Peter alla Santeria Toscana 31.

Ecco le parole di Peter Gabriel al secondo incontro. Sul palco lui, la figlia, Carlo Massarini e Marco Zatterin.

Peter si è dimostrato per l'ennesima volta gran signore, paziente e generoso, soprattutto nel massacrante firma-copie.

Peter racconta lo stato di lavorazione del suo attesissimo album:

Peter sul video Father, Son e quei giorni dedicati al proprio padre:

Peter sul rapporto (e il tour) con Sting:

Peter sul rapporto con Youssou N'Dour:

Peter sul suo lavoro con una sua antica passione: la batteria:

Peter su lavorare con persone che ti sappiano sorprendere e come Lou Reed sia stato una di queste:

Peter sul lavoro e l'amicizia con Richard Branson e Chris Blackwell:

Peter parla dell'uso della maschera nella storia e in questi tempi:

Altri video e podcast su Genesis & Co. sul nostro canale youtube.

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

English English Italiano Italiano
google.com, pub-8548405060156665, DIRECT, f08c47fec0942fa0
Font Resize
Contrast