Archivi categoria: Peter Gabriel

Peter Gabriel: 30 anni fa, il 27 settembre 1992, usciva l’album “Us” – Guarda i VIDEO

Il 27 settembre 1992 usciva l'album "Us" di Peter Gabriel.

Select Language

English English Italiano Italiano

Riascoltiamolo attraverso live e video ufficiali.

Compra "Us" su Amazon - CLICCA QUI

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

 

Angolo del Collezionista: Peter Gabriel su

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio

Peter Gabriel: 20 anni fa, il 23 settembre 2002, usciva l’album “Up” – Guarda i VIDEO

Il 23 settembre 2002 usciva il settimo album da solista di Peter Gabriel.

Select Language

English English Italiano Italiano

Riascoltiamolo attraverso live e video ufficiali.

Compra "Up" su Amazon - CLICCA QUI

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

 

Angolo del Collezionista: Peter Gabriel su

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio

La figlia di Peter, Anna Gabriel, pubblicherà la versione inglese del libro “EYE-D” il 6 ottobre – PRE-ORDINA & DATE PRESENTAZIONE

Il libro è composto da una serie di fotografie ravvicinate che focalizzano l'obiettivo sull'uomo.

Select Language

English English Italiano Italiano

L'autrice intende dimostrare che le connessioni, le emozioni, il sottolinguaggio, la guarigione - tutto scorre tra noi attraverso gli occhi.

Pre-ordina il libro qui:

Compra il libro qui (versione italiana):

Tra gli occhi famosi che compaiono nel libro ci sono: Mick Fleetwood, Johnny Depp, Eddie Vedder, David Byrne, Paul Simon, Annie Lennox, Sting, Peter Gabriel, Susan Sarandon, Kevin Bacon, Michael Stipe, Bon Iver, Nike Rodgers, Debbie Harry e molti altri.

Per celebrare l'uscita, un'esperienza di arte visiva presso la Morrison Hotel Gallery presenterà EYE-D. Le immagini saranno esposte il giorno dell'uscita, il 6 ottobre, alla Morrison Hotel Gallery di Los Angeles (Sunset Marquis - 1200 Alta Loma Road a West Hollywood) e il 20 ottobre alla Morrison Hotel Gallery di New York (116 Prince Street).

L'evento di Los Angeles sarà preceduto da una firma del libro dalle 16.00 alle 18.00 e da una speciale performance musicale i cui dettagli saranno annunciati prossimamente.

Giovedì 20 ottobre, dalle 18.00 alle 19.30, Anna converserà con suo padre, Peter Gabriel, presso la libreria Rizzoli (1133 Broadway) di Manhattan. Per ulteriori informazioni, visitare la Morrison Hotel Gallery e la Rizzoli Bookstore.

Peter Gabriel aveva presentato a Milano il 20 e 21 ottobre 2021 "Eye-D", il libro edito in Italia.

A sostegno dell'uscita due eventi in Italia, a Milano, un book signing alla Fondazione Sozzani e un Q&A con Anna e Peter alla Santeria Toscana 31.

Ecco le parole di Peter Gabriel al secondo incontro. Sul palco lui, la figlia, Carlo Massarini e Marco Zatterin.

Peter si è dimostrato per l'ennesima volta gran signore, paziente e generoso, soprattutto nel massacrante firma-copie.

Peter racconta lo stato di lavorazione del suo attesissimo album:

Peter sul video Father, Son e quei giorni dedicati al proprio padre:

Peter sul rapporto (e il tour) con Sting:

Peter sul rapporto con Youssou N'Dour:

Peter sul suo lavoro con una sua antica passione: la batteria:

Peter su lavorare con persone che ti sappiano sorprendere e come Lou Reed sia stato una di queste:

Peter sul lavoro e l'amicizia con Richard Branson e Chris Blackwell:

Peter parla dell'uso della maschera nella storia e in questi tempi:

Altri video e podcast su Genesis & Co. sul nostro canale youtube.

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio

C’è anche Peter Gabriel nell’album “Here It Is: A Tribute to Leonard Cohen”, che esce il 14 ottobre – PRE-ORDINA

Peter Gabriel: Un suo brano in "Here It Is: A Tribute to Leonard Cohen".

Selecte Language

English English Italiano Italiano

"Here It Is: A Tribute to Leonard Cohen", presenta alcune interpretazioni delle profonde canzoni di Leonard Cohen eseguite da unaformazione di cantanti ospiti: Norah Jones, Peter Gabriel, Gregory Porter, Sarah McLachlan, Luciana Souza, James Taylor, Iggy Pop, Mavis Staples, David Gray e Nathaniel Rateliff.

Acquistalo qui sotto e, oltre all'autore, aiuti Horizons Genesis - LEGGI COME -

Vocalist di generi diversi e un eccezionale nucleo di musicisti come il chitarrista Bill Frisell, il sassofonista Immanuel Wilkins, il pianista Kevin Hays, il bassista Scott Colley e il batterista Nate Smith, con il contributo aggiuntivo di Greg Leisz alla pedal steel guitar e Larry Goldings all'organo.

Le 12 tracce dell'album offrono una gamma di composizioni di Cohen, con canzoni tratte dal suo debutto del 1967 "Songs of Leonard Cohen" fino alle selezioni del suo ultimo album, "You Want It Darker", pubblicato pochi giorni prima della sua morte nel 2016. L'insieme copre alcuni dei suoi classici più noti e brani meno conosciuti, tutti rivitalizzati da arrangiamenti ed esecuzioni ponderate e inaspettate.

Track list:

  1. Steer Your Way – Norah Jones
  2. Here It Is – Peter Gabriel
  3. Suzanne – Gregory Porter
  4. Hallelujah – Sarah McLachlan
  5. Avalanche – Immanuel Wilkins
  6. Hey, That’s No Way to Say Goodbye – Luciana Souza
  7. Coming Back to You – James Taylor
  8. You Want It Darker – Iggy Pop
  9. If It Be Your Will – Mavis Staples
  10. Seems So Long Ago, Nancy – David Gray
  11. Famous Blue Raincoat – Nathaniel Rateliff
  12. Bird on The Wire – Bill Frisell

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio

Peter Gabriel ha partecipato al documentario “Squaring the Circle (The Story of Hipgnosis)”

Peter Gabriel ha pubblicato un post sul documentario di Anton Corbijn dedicato a Hipgnosis, che ha firmato alcune sue copertine.

Select Language

English English Italiano Italiano

Il regista, fotografo e direttore creativo Anton Corbijn ha completato il suo primo lungometraggio documentario "Squaring the Circle (The Story of Hipgnosis)" sullo studio di progettazione artistica di album, autore di alcune delle copertine più riconoscibili di tutti i tempi per artisti come Peter Gabriel, Pink Floyd, Led Zeppelin e Paul McCartney.

Il film racconta la storia di Storm Thorgerson e Aubrey "Po" Powell che hanno formato Hipgnosis durante il fermento degli anni Sessanta e sono diventati pietre miliari del rock nel periodo del boom degli anni Settanta. Aggiunto: Peter Gabriel ha pubblicato un post sul documentario di Anton Corbijn dedicato a Hipgnosis, che ha firmato alcune sue copertine.

Il progetto contiene nuove interviste a Roger Waters, David Gilmour e Nick Mason dei Pink Floyd, Jimmy Page e Robert Plant dei Led Zeppelin, McCartney, Gabriel, Graham Gouldman dei 10cc e Noel Gallagher.

Ecco il post di Peter:

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio

Ipse Dixit: Peter Gabriel intervistato da Radio Womad – AUDIO

L'universo Real World e WOMAD raccontato direttamente da Peter Gabriel.

Select Language

English English Italiano Italiano

Peter Gabriel parla a Radio Womad in occasione dei 40 anni del Festival da lui creato:

WOMAD UK a Charlton Park, Wiltshire 28 – 31 luglio 2022, per celebrare 40 anni di World Of Music, Arts and Dance - CLICCA QUI.

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

 

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio

Peter Gabriel ha celebrato sul palco i 40 anni di WOMAD – VIDEO

Peter Gabriel: "Incredibile aver raggiunto i 40 anni, ha detto al WOMAD UK, che si è svolto dal 28 al 31 luglio 2022.

Selecte Language

English English Italiano Italiano

Guarda i video:

Peter Gabriel è salito sul palco del festival con Angelique Kidjo per celebrare il 40° anniversario.

Gabriel ha raccontato che la Kidjo, originaria del Benin, nell'Africa occidentale, lo ha convinto a salire sul palco principale per eseguire con lei Mama Africa.

Peter ha dichiarato alla BBC di essersi divertito a raggiungerla sul palco venerdì sera.

A proposito del 40° anniversario del festival, ha detto: "È incredibile. Non credo che nel 1982 avessimo la minima idea di cosa sarebbe potuto diventare e continuare così a lungo."

Anche una nota stonata. Alcuni artisti non hanno potuto esibirsi quest'anno dopo che è stato loro rifiutato il visto per il Regno Unito.

"È un danno per l'economia e per la vita culturale del Paese", ha dichiarato Gabriel alla BBC.

Attualmente sta lavorando a un nuovo album, che uscirà nel 2023, ma si è limitato a dire che sta riducendo da 17 a 13 il numero di canzoni che ha scritto per il disco.

Guarda i video:

Peter Gabriel è salito sul palco del festival con Angelique Kidjo per celebrare il 40° anniversario.

Gabriel ha raccontato che la Kidjo, originaria del Benin, nell'Africa occidentale, lo ha convinto a salire sul palco principale per eseguire con lei Mama Africa.

Peter ha dichiarato alla BBC di essersi divertito a raggiungerla sul palco venerdì sera.

A proposito del 40° anniversario del festival, ha detto: "È incredibile. Non credo che nel 1982 avessimo la minima idea di cosa sarebbe potuto diventare e continuare così a lungo."

Anche una nota stonata. Alcuni artisti non hanno potuto esibirsi quest'anno dopo che è stato loro rifiutato il visto per il Regno Unito.

"È un danno per l'economia e per la vita culturale del Paese", ha dichiarato Gabriel alla BBC.

Attualmente sta lavorando a un nuovo album, che uscirà nel 2023, ma si è limitato a dire che sta riducendo da 17 a 13 il numero di canzoni che ha scritto per il disco.

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio

Peter Gabriel: il doppio album “Live at WOMAD 1982”, dallo storico primo festival – COMPRA

Il doppio album di registrazioni inedite dallo storico primo festival WOMAD del 1982.

Select Language

English English Italiano Italiano

WOMAD e Real World Records celebrano il 40° anniversario di un momento culturale fondamentale con la pubblicazione del doppio album "Live at WOMAD 1982".

Compralo qui e, oltre all'autore, aiuti Horizons Genesis - LEGGI COME -:

Anche in versione MP3 - CLICCA QUI.

Con esibizioni inedite di Echo and the Bunnymen, Peter Gabriel, Simple Minds, The Beat, Robert Fripp, The Drummers of Burundi, The Musicians of the Nile, Salsa de Hoy e molti altri, questa registrazione del primissimo festival WOMAD riflette una diversità di programmazione musicale senza pari che è diventata la firma del festival nei quattro decenni successivi.

Nel luglio 1982, il Royal Bath and West Showground vicino a Shepton Mallet, nel Somerset, fu il luogo prescelto per quello che gli organizzatori chiamarono "un mondo di musica, arti e danza" (WOMAD in breve): 5 palchi, con 60 band provenienti da oltre 20 Paesi. L'intento del festival era quello di riconoscere l'influenza della musica non occidentale sulle band e sui musicisti occidentali di successo e di creare un pubblico più ampio per quella musica combinando entrambe le cose nello stesso evento: un festival che celebrasse la musica come linguaggio universale.

L'idea del festival è nata da una conversazione tra Peter Gabriel e il regista Mark Kidel, che hanno condiviso l'interesse per la scoperta della musica di culture diverse e il desiderio di far conoscere questa musica al pubblico britannico.

"Il nostro sogno non era quello di spargere la musica mondiale in un festival rock, ma di dimostrare che questi grandi artisti potevano essere headliner a pieno titolo", ricorda Peter Gabriel. "Volevamo dimostrare che
ovunque tu fossi nato, di qualsiasi colore o lingua, di qualsiasi orientamento religioso o sessuale, un lavoro potente, appassionato e gioioso avrebbe avuto un caldo benvenuto al WOMAD".

Kidel individuò in un gruppo di appassionati di musica post-punk che gestivano la rivista Bristol Recorder i complici perfetti per esplorare le idee su come raggiungere questo obiettivo. Peter prese il telefono e chiamò il loro ufficio, e furono invitati a partecipare a una riunione. Tra loro c'era Thomas Brooman, che sarebbe diventato il direttore del festival per oltre due decenni. "Forse eravamo a corto di conoscenze professionali e musicali, ma di certo non eravamo a corto di entusiasmo", ricorda Thomas.

Tratto da PeterGabriel.com.

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio

Peter Gabriel: il nuovo album alla fine del 2022 e tour nel 2023? Tutti gli indizi e le prove

Peter Gabriel e le fasi del suo nuovo album "I/O" (titolo provvisorio e non ancora confermato dall'interessato), in preparazione da un bel po' di anni. Tutti gli indizi.

Select Language

English English Italiano Italiano

Tutti i fan di Peter Gabriel si stanno chiedendo a che punto sia il nuovo album.

Il più recente indizio arriva il 4 giugno 2022 da Manu Katche, che, alla domanda del quotidiano francese Ouest-France su cosa stia lavorando, ha risposto: "Alla fine dell'anno pubblicherò un nuovo album con Peter Gabriel e nel 2023 faremo un tour negli Stati Uniti e in Europa. Registrerò anche un nuovo album e pubblicherò un libro - con [la casa editrice francese] Éditions Grasset, che sarà introspettivo".

Ecco l'ultimo post su Facebook di Peter datato 30 ottobre 2021:

Il 21 ottobre, a Milano, Peter ha rivelato nuovi dettagli:

Un precedente è stato l'intervista a UNCUT Magazine, del 16 luglio 2020:

Prima, in un'intervista del 16 giugno 2020 alla BBC, aveva dichiarato:

«Per quanto riguarda la musica, non ho avuto tanto tempo come faccio di solito, che non è ancora come prima. Ma ci sono state delle novità. C'è una canzone COVID - beh, c'è un testo COVID, in realtà -. Mi è stato chiesto di scrivere qualcosa e probabilmente si trasformerà in una canzone. Quindi ci sono brani e pezzi che vanno nella giusta direzione». (Intervista di Matt Everitt).

Nel marzo 2020 Peter aveva scritto ad un giornale dando un altro indizio della propria attività compositiva, anche se molto a rilento.

Il sito genesis-news.com aveva segnalato la reazione di Peter Gabriel a un articolo del Times (vedi immagine sopra di Matt LeDonne tratta da genesis-news.com).

Peter ha così rivelato che sta lavorando a un nuovo brano sull'invecchiamento, chiamato "So Much".

In un articolo del 6 marzo, il quotidiano The Times riportava le parole di Phil Collins: "i vecchietti del Rock dovrebbero parlare della loro generazione".

Peter ha preso carta e penna e ha risposto che sta lavorando a una "canzone sull'invecchiare" chiamata "So Much".

L'immagine qui sopra l'ha postata su Twitter l'autore dell'articolo del Times, confermando che è stato proprio Peter ad aver risposto.

In una intervista a BBC Radio 6 Music nell'aprile del 2019, Peter aveva parlato di nuove canzoni e del album:

https://www.bbc.co.uk/programmes/m0003zly

Nell'inverno 2018 Peter ha pubblicato questo post su Facebook:

Alimentando di nuovo le speranze dei fan.

A questi indizi vanno aggiunti i brani che Peter ha solo citato, come "Here Comes Love?", di cui ha parlato su Facebook il 28 ottobre 2014 o fatto uscire in varie modalità e che non sono stati ancora inseriti in un album, come "I'm Amazing", postata su YouTube il 17 giugno 2016 (leggi qui come è stato accolto il brano) e ispirata alla vita e alle battaglie di Muhammad Ali.

 

La canzone è stata seguita poco dopo da "The Veil", arrivata l'8 septembre 2016 (leggi qui come è stato accolto il brano). Faceva parte del film di Oliver Stone "Snowden", ma senza entrare a far parte della colonna sonora (altro indizio questo che fece ben sperare).

Al momento il quadro è completo, nel senso che un po' di materiale è a disposizione dei fan anche se, essendo passato così tanto tempo ci si aspetterebbe qualcosa di più concreto. Staremo a vedere. Se vuoi rimanere aggiornato/a sugli sviluppi, iscriviti alle nostre newsletter qui sotto.

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

#NowPlaying News: “Red Rain” di Peter Gabriel colonna sonora del time-lapse delle tempeste in USA – VIDEO

Audio e video 100% Genesis & Co. Le novità del momento.

Select Language

English English Italiano Italiano

"Rain Will Come" è stato girato da Gordon Lash negli Stati Uniti occidentali tra la fine di giugno e l'inizio di luglio del 2021 e cattura la fotografia time-lapse delle tempeste.

A Peter Gabriel è piaciuto così tanto il filmato che ha permesso al regista di utilizzare "Red Rain" come colonna sonora. 

 

Il video ha vinto un premio di bronzo per la videografia e la cinematografia ai Telly Awards 2022.

Maggiori dettagli su gordonlashphotography.com.

Altre news su Peter Gabriel

Angolo del Collezionista

Ascolta Peter Gabriel:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'