Archivi categoria: Peter Gabriel

Peter Gabriel regala ai fan alcuni live del 2002 e 2009 – TUTTI I VIDEO

Audio e video 100% Genesis & Co. Le novità del momento.

Select Language

English English Italiano Italiano

Peter Gabriel sta regalando ai fan alcuni video live. Ecco l'ultimo, pubblicato il 3 luglio 2020, "No Self Control", registrato live a Buenos Aires nel 2009.

Ecco il video:

E' stato registrato live a Buenos Aires nel 2009 anche questo video di "Games Without Frontiers", messo in rete da Peter il 31 maggio 2020. 

Ecco il video:

Prima ancora è stata la volta di tre video, girati nel 2002 dal vivo nella Big Room dei Real World Studios.

La terza canzone a essere pubblicata è stata "More Than This" tratta dall'album "Up".

Ecco il video:

Questa performance è stata registrata durante la campagna promozionale per l'album e vede protagonista la band di Peter che successivamente ha girato il mondo con il tour 'Growing Up Live'.

Batteria: Ged Lynch
Basso, voce: Tony Levin
Chitarra, voce: David Rhodes
Chitarra, voce: Richard Evans
Tastiere, voce: Rachel Z
Voci: Melanie Gabriel
Voci, tastiera: Peter Gabriel

La seconda canzone regalata ai fan è stata "Growing Up", che ha dato, appunto, il nome al tour, seguito all'uscita dell'album.

Ecco il video:

La prima è stata "No Way Out".

Ecco il video:

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co. su:

Angolo del Collezionista

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Peter Gabriel al nuovo evento live stream “Artists United for Amazonia” – VIDEO

Peter Gabriel ha partecipato il 26 giugno 2020 a un altro evento live stream di "Artists United for Amazonia, Protecting the Protectors", con altri grandi nomi dello spettacolo e non solo. Ecco le sue parole.

Select Language

English English Italiano Italiano

The Artists United for Amazonia: Protecting the Protectors, evento globale live stream, si è tenutovenerdì 26 giugno  e ha presentato, come al solito, un mix di performance musicali da casa, interviste, saggezza indigena e richiami all'azione.

Peter ha partecipato insieme a numerosi altri artisti come Barbara Streisand, Sting, Jeff Bridges, Herbie Hancock, Morgan Freeman e Jane Fonda. Si sono uniti ai leader indigeni, agli scienziati e a un'ampia coalizione di ONG nell'evento live stream prodotto da Artists for Amazonia.

Ecco l'intervento di Peter: 

Supporta the Amazon Emergency Fund - CLICCA QUI.

PARTICIPAZIONE IN THE LIVESTREAM:

ARTISTI

  • BARBRA STREISAND
  • STING & TRUDIE STYLER
  • MORGAN FREEMAN
  • DAVE MATTHEWS
  • JANE FONDA
  • RICKY MARTIN
  • JEFF BRIDGES
  • SCOTT BAKULA
  • BUTTERSCOTCH
  • OONA CHAPLIN
  • NAHKO
  • PETER COYOTE
  • CARA DELEVINGNE
  • PETER GABRIEL
  • HERBIE HANCOCK
  • IVAN LINS
  • CARLOS SANTANA
  • ALFRE WOODARD
  • AMBER VALLETTA
  • ANDERSON VAREJAO
  • ALICE BRAGA
  • ED BEGLEY, JR.
  • RACHELLE CARSON-BEGLEY
  • KOREN BROTHERS
  • SEBASTIAO SALGADO
  • GRETA THUNBERG
  • MICHELLE BARTON
  • TOM BERGERON
  • HART BOCHNER
  • CINDY BLACKMAN
  • MATTI CASPI
  • SUYAN CASPI
  • ROCKY DAWUNI
  • CARY ELWES
  • ISLA FISHER
  • FRANCES FISHER
  • MARIA GADU
  • Q´ORIANKA KILCHER
  • DHARMA LEMON
  • WENDIE MALICK
  • MATTHEW MODINE
  • WAGNER MOURA
  • AMY SMART
  • LUCIANA SOUZA
  • CHLOE SMITH
  • MICKEY SUMNER
  • SCOTTIE THOMPSON
  • LYNNE TWIST
  • KALI UCHIS
  • BARBARA WILLIAMS
  • XIUHTEZCATL

…E MOLTO ALTRI!

INDIGENIDELL'AMAZZONIA

  • SONIA BONE GUAJAJARA
  • GREGORIO DIAZ MIRABAL
  • ANGELA KAXUYANA (AKA AMANAKWA KAHYANA)
  • LIZARDO CAUPER
  • BENKI PIYAKO
  • NINA GUALINGA
  • JAKON RATE
  • GBENGA AKINNAGBE
  • HELENA GUALINGA
  • DJUENA TIKUNA
  • XIYE BASTIDA
  • ERICK TERENA
  • MAPU HUNI KUIN & INKA YUBE HUNI KUI
  • WALELA SURUI
  • NEIMAR KIGA

SCIENZIATI ED ESPERTI

  • JANE GOODALL
  • CARLOS NOBRE
  • THOMAS LOVEJOY
  • LEILA SALAZAR-LOPEZ
  • WADE DAVIS
  • JEAN MICHEL COUSTEAU
  • ATOSSA SOLTANI
  • CELINE COUSTEAU
  • CHRISTINA MILLER
  • ARTHUR NETO, SINDACO DI MANAUS

Il 28 maggio 2020 Peter Gabriel ha partecipato al precedente evento live stream "Artists United for Amazonia, Protecting the Protectors", con altri grandi nomi dello spettacolo e non solo.

Tra questi, Morgan Freeman, Carlos Santana, @SantanaCarlos, Jane Fonda e, appunto, Peter Gabriel hanno partecipano al livestream benefit  per la regione Amazzonica, che in Brasile è stata particolarmente colpita dal COVID.

Guarda il video dell'intervento di Peter Gabriel:

«Tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere nel prevenire la diffusione di #COVID19 in Amazzonia!

Artists United for Amazonia: Protecting the Protectors, un evento speciale livestream per il Amazon Emergency Fund a sostegno della popolazione indigena amazzonica sotto la minaccia estrema di COVID-19

Il nostro potente livestream offre spettacoli musicali, personaggi dello spettacolo, leader indigeni, scienziati, sostenitori della conservazione e molto altro ancora!»

ARTISTI

JANE FONDA
MORGAN FREEMAN
CARLOS SANTANA
JEFF BRIDGES
PETER GABRIEL
HERBIE HANCOCK
CARA DELEVINGNE
NAHKO
XIUHTEZCATL
KALI UCHIS
CARY ELWES
Q’ORIANKA KILCHER
ED BEGLEY, JR.
RACHELLE CARSON BEGLEY
IVAN LINS
LUCIANA SOUZA
FRANCES FISHER
AMBER VALLETTA
MATTHEW MODINE
TOM BERGERON
WENDIE MALICK
ROCKY DAWUNI
BUTTERSCOTCH CLINTON
SCOTT BAKULA
ALFRE WOODARD
CHLOE SMITH (RISING APPALACHIA)
SCOTTIE THOMPSON
BARBARA WILLIAMS
HART BOCHNER
SUYAN CASPI
WAGNER MOURA
GBENGA AKINNAGBE
MATTI CASPI
MICHELLE BARTON
…AND MANY MORE!

LEADER INDIGENI

SONIA GUAJAJARA
ANGELA KAXUYANA
GREGORIO DIAZ MIRABAL
LIZARDO CAUPER
MAPU HUNI KUIN

SCIENZIATI ED ESPERTI

JANE GOODALL
THOMAS LOVEJOY
CARLOS NOBRE
LEILA SALAZAR LOPEZ
ATOSSA SOLTANI
WADE DAVIS
JEAN-MICHEL COUSTEAU
CELINE COUSTEAU
CHRISTINA MILLER

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Peter Gabriel sta lavorando al nuovo album “I/O”? Ecco gli indizi che fanno una (quasi) certezza

Peter Gabriel e le fasi del suo nuovo album "I/O" (titolo provvisorio e non ancora confermato dall'interessato), in preparazione da un bel po' di anni. Tutti gli indizi.

Select Language

English English Italiano Italiano

Tutti i fan di Peter Gabriel si stanno chiedendo a che punto sia il nuovo album "I/O".

E Peter si sta divertendo a seminare alcuni indizi. L'ultimo è un'intervista del 16 giugno 2020 alla BBC in cui ha dichiarato:

«Per quanto riguarda la musica, non ho avuto tanto tempo come faccio di solito, che non è ancora come prima. Ma ci sono state delle novità. C'è una canzone COVID - beh, c'è un testo COVID, in realtà -. Mi è stato chiesto di scrivere qualcosa e probabilmente si trasformerà in una canzone. Quindi ci sono brani e pezzi che vanno nella giusta direzione». (Intervista di Matt Everitt).

Nel marzo 2020 Peter aveva scritto ad un giornale dando un altro indizio della propria attività compositiva, anche se molto a rilento.

Il sito genesis-news.com aveva segnalato la reazione di Peter Gabriel a un articolo del Times (vedi immagine sopra di Matt LeDonne tratta da genesis-news.com).

Peter ha così rivelato che sta lavorando a un nuovo brano sull'invecchiamento, chiamato "So Much".

In un articolo del 6 marzo, il quotidiano The Times riportava le parole di Phil Collins: "i vecchietti del Rock dovrebbero parlare della loro generazione".

Peter ha preso carta e penna e ha risposto che sta lavorando a una "canzone sull'invecchiare" chiamata "So Much".

L'immagine qui sopra l'ha postata su Twitter l'autore dell'articolo del Times, confermando che è stato proprio Peter ad aver risposto.

In una intervista a BBC Radio 6 Music nell'aprile del 2019, Peter aveva parlato di nuove canzoni e del album:

https://www.bbc.co.uk/programmes/m0003zly

Nell'inverno 2018 Peter ha pubblicato questo post su Facebook:

Alimentando di nuovo le speranze dei fan.

A questi indizi vanno aggiunti i brani che Peter ha solo citato, come "Here Comes Love?", di cui ha parlato su Facebook il 28 ottobre 2014 o fatto uscire in varie modalità e che non sono stati ancora inseriti in un album, come "I'm Amazing", postata su YouTube il 17 giugno 2016 (leggi qui come è stato accolto il brano) e ispirata alla vita e alle battaglie di Muhammad Ali.

 

La canzone è stata seguita poco dopo da "The Veil", arrivata l'8 septembre 2016 (leggi qui come è stato accolto il brano). Faceva parte del film di Oliver Stone "Snowden", ma senza entrare a far parte della colonna sonora (altro indizio questo che fece ben sperare).

Al momento il quadro è completo, nel senso che un po' di materiale è a disposizione dei fan anche se, essendo passato così tanto tempo ci si aspetterebbe qualcosa di più concreto. Staremo a vedere. Se vuoi rimanere aggiornato/a sugli sviluppi, iscriviti alle nostre newsletter qui sotto.

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Peter Gabriel: “Rated PG”, l’edizione CD e vinile – COMPRA

É uscita l'edizione in CD e vinile nero di Rated PG di Peter Gabriel.

Select Language

English English Italiano Italiano

Il CD ha una confezione digi-pack, mentre l'LP è in vinile nero pesante, ha una borsa interna stampata e contiene un codice di download ad alta risoluzione.

Compralo qui:

L'LP è stato masterizzato a mezza velocità da Matt Colton alla Metropolis Mastering.

Negli Stati Uniti il vinile è stato stampato da Record Technology Inc, mentre il vinile per il resto del mondo è stampato da Optimal.

«Sappiamo che molti di voi si sono chiesti che fine avesse fatto questa uscita, ma, come per il "Libro dell'amore", le ragioni del ritardo sono lunghe e noiose. Basti dire che ci dispiace per l'attesa.», è scritto sul sito di Peter Gabriel.

C'è stata anche la possibilità di vincere una prova di artwork, firmata personalmente da Peter Gabriel.

E' stata generata una prova di artwork per controllare il processo di stampa. Peter ha accettato di firmare personalmente la prova per un fortunato vincitore. Il quale riceverà anche l'album su CD e LP.

Clicca qui per conoscere le altre versioni dell'album in commercio.

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co. anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Peter Gabriel & Witness: ecco come evitare casi come quello di George Floyd

Peter Gabriel ha condannato il ‘Racist Murder’ di George Floyd sui suoi social media. Ecco le sue parole. Ma già nel 1992 aveva previsto come denunciare casi simili.

Select Language

English English Italiano Italiano

Peter è stato co-fondatore di WITNESS nel 1992. Un anno prima, un passante, George Holliday, aveva registrato il brutale pestaggio di Rodney King da parte della polizia di Los Angeles. Per la prima volta, la gente di tutto il mondo ha visto il potere del video per smascherare abusi nascosti e catalizzare i movimenti sociali.

Questo evento ha dato il via a un dibattito globale sul tema della responsabilità. In risposta, Peter con il Comitato degli Avvocati per i Diritti Umani (ora Human Rights First) e la Reebok Foundation for Human Rights, ha fondato WITNESS con la speranza che la tecnologia video potesse essere usata come strumento per il progresso dei diritti umani.

 

WITNESS ascolta attentamente i difensori della prima linea per capire le loro esigenze, creando una guida, strumenti e soluzioni che sono stati condivisi con milioni di persone in tutto il mondo che si trovano ad affrontare minacce e sfide simili.

Aiuta gli individui a raccontare le loro storie e garantisce che i poteri forti siano più rispettosi dei diritti umani.

WITNESS assicura inoltre che la verità non sia compromessa, che le voci giuste siano ascoltate e che i coloro che si comportano male siano ritenuti responsabili dei crimini che commettono e che il video e la tecnologia siano strumenti di trasformazione per creare un mondo giusto.

«In quest'epoca in cui i mass media sono sempre più in mano di pochi, dobbiamo avere voci forti, vitali, indipendenti, se vogliamo ascoltare tutte le storie o cercare giustizia. Abbiamo un'incredibile opportunità per cambiare la vita».

- Peter Gabriel.

L'idea originale di Gabriel per WITNESS era che il potere dell'immaginario visivo e della narrazione poteva aprire gli occhi del mondo sulle violazioni dei diritti umani e costringere le persone ad agire per un cambiamento duraturo.

Dal 1993 WITNESS ha un rapporto di lunga data con Harry Pearce presso lo studio di design Pentagram, che ha rinnovato l'identità visiva di WITNESS nel 2019 sulla base della filosofia del "rendere visibile la verità". La nuova identità è stata pensata per incoraggiare la collaborazione e la partecipazione.

«La semplicità dell'idea di Peter di 'Little brother turning the cameras back on big brother' come uno dei pensieri fondatori di WITNESS mi ha profondamente impressionato», dice Pearce. «Speravo che il mio lavoro grafico potesse aiutare a collegare le persone con i loro film in tutto il mondo».

 

L'11 maggio 2017 WITNESS ha festeggiato il suo 25° anniversario. Guarda il discorso video di Peter al Gala per il 25° anniversario di WITNESS che si è tenuto al The Edison Ballroom di New York.

«È un lavoro straordinario quello che è stato fatto», dice Peter. «Grazie mille". Un brillante anniversario e ai prossimi 25 anni».

www.witness.org

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co. anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Peter Gabriel, 40 ANNI di “PG3 – Melt”, uscito il 30 maggio 1980 – SPECIALE

Select Language

English English Italiano Italiano

Peter Gabriel - Melt

In occasione del 40ennale, Peter Gabriel ha pubblicto questo raro filmato di ‘Games Without Frontiers’ registrato live a Buenos Aires nel 2009.

Il 28 maggio 2020 Peter ha fatto uscire questo video che riprende un'intervista realizzata nel 2002 per l'uscita del CD ri-masterizzato. Gabriel parla della realizzazione del suo terzo album omonimo, appunto, chiamato Melt per via dell'iconica immagine di copertina, creata da Storm Thorgerson dello Studio Hipgnosis.

Ed ecco 10 motivi per riascoltare questo album.

1.  E' l'album di Gabriel maggiormente costellato di ospiti prestigiosi, come il produttore Steve Lillywhite e il chitarrista Dave Gregory (I Don't Remember e Family Snapshot) degli XTC, l'inizio della lunga collaborazione con David Rhodes, il vecchio amico Phil Collins e il percussionista Morris Pert (Intruder e No Self Control), la nuova collaboratrice Kate Bush (No Self Control e Games Without Frontiers), il sassofonista inglese Dick Morissey (Start), Paul Weller, allora leader dei Jam (And Through The Wire).

2. Per la prima volta Peter ha usato la drum machine (Games Without Frontiers e Biko, in particolare) e ha sperimentato alla batteria quel suono particolare, con il gated reverb, che caratterizza Intruder, utilizzato l'anno dopo da Phil Collins per In The Air Tonight. Una sonorità che è diventata un modello standard per buona parte del pop inglese degli anni ottanta.

3. Phil Collins inizialmente era scettico riguardo l'idea di non usare affatto i piatti. Ma Peter è stato inamovibile, dato che così poteva sfruttare i toni alti con tutta una nuova serie di sonorità, una varietà di campi da esplorare. Paradossalmente, Gabriel è stato accusato di plagiare Collins, quando In The Air Tonight ha avuto un successo planetario.

4. Gabriel è stato uno dei primi musicisti a utilizzare il Fairlight, un rivoluzionario sintetizzatore che campionava i suoni naturali. Peter addirittura ne divenne il distributore in Inghilterra, in società con un cugino. Nel disco troviamo anche sonorità nuove per il solco rock (post-progressive) in cui è ancora collocato, come lo xilofono (Intruder), il sax (Start), la marimba (No Self Control e Lead A Normal Life), la cornamusa,  i tamburi surdu e cori originali sudafricani (Biko).

5. Family Snapshot è ispirata dal libro An Assassin's Diary (Un diario di un assassino) di Arthur Bremer, testo che ha ispirato anche lo sceneggiatore del film Taxi Driver di Martin Scorsese. Ma un altro libro, Dispatches, le cui foto hanno suggerito a Gabriel alcuni verso di Games Without Frontiers, ha creato non pochi problemi di censura con la BBC.

6. L'album sembra avere un filo conduttore di devianza psicologica, affrontando temi come lo stalking (Intruder), schizofrenia e paranoia (No Self Control), la rimozione (I Don't Remember), la cattiva influenza dei media (Family Snapshot), l'assenza di comunicazione (And Through The Wire), la malattia mentale (Lead A Normal Life). Ma è importante anche l'aspetto "politico". Peter prende posizione contro la guerra (Games Without Frontiers), la paura per l'"altro" (Not One Of Us), l'apartheid (Biko).

7. Davide Castellini in Le canzoni di Peter Gabriel, Editori Riuniti, fa notare come siano tante le espressioni negative nei titoli e nei testi (no, don't, not, never without). Lo stesso Peter se n'era accorto, tanto che, sempre citato da Castellini, temeva di "trasformare l'album in una predica a un bambino, piena di non fare questo, non fare quello".

8. Gabriel era incerto se pubblicare o meno Biko nel disco. Nonostante la sua sincerità nei confronti del tema, temeva di non essere una voce valida per una causa così lontana geograficamente e socialmente da lui. Inoltre la storia di Steven Biko era stata raccontata già in varie canzoni, compresa A Motor Bike In Africa di Peter Hammill, suo amico, collaboratore, nonché vicino di casa a Bath.

9. Biko viene inserita poi nell'album su insistenza dell'amico Tom Robinson. "Fu una chiave di volta nella mia carriera di musicista e di paroliere", racconta Gabriel, citato da Mario Giammetti in Peter Gabriel. Not one of us, Edizioni segno. Inizia infatti il percorso di Peter verso l'impegno per i diritti civili, che lo vedrà in tutte le manifestazioni che il mondo della musica organizzerà per sensibilizzare il pianeta.

10. Per la copertina, quarta e ultima collaborazione con lo studio Hipgnosis e il suo fondatore Storm Thorgerson. Attraverso la tecnica denominata Krimsography, inventata dall'americano Les Krim, una Polaroid con il ritratto di Peter viene manipolata con una gomma da cancellare sull'emulsione ancora fresca. E l'effetto melt, appunto, che dà il titolo informale all'album, è fatto.

Peter Gabriel 3, Melt - Registrazione originale rimasterizzata - IN VENDITA SU AMAZON

Peter Gabriel - Melt

Qual è il migliore album di Peter Gabriel? CLICCA QUI E DI' LA TUA

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Peter Gabriel all’evento livestream “Artists United for Amazonia” – VIDEO

Peter Gabriel ha partecipato all'evento livestream "Artists United for Amazonia, Protecting the Protectors", con altri grandi nomi dello spettacolo e non solo.

Select Language

English English Italiano Italiano

Grandi nomi tra cui Morgan Freeman, Carlos Santana, @SantanaCarlos, Jane Fonda e, appunto, Peter Gabriel hanno partecipano giovedì 28 maggio al livestream benefit  per la regione Amazzonica, che in Brasile è stata particolarmente colpita dal COVID.

L'evento si è svolto OGGI su https://artistsforamazonia.org/

Guarda il video dell'intervento di Peter Gabriel:

«Tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere nel prevenire la diffusione di #COVID19 in Amazzonia!

Artists United for Amazonia: Protecting the Protectors, un evento speciale livestream per il Amazon Emergency Fund a sostegno della popolazione indigena amazzonica sotto la minaccia estrema di COVID-19

Il nostro potente livestream offre spettacoli musicali, personaggi dello spettacolo, leader indigeni, scienziati, sostenitori della conservazione e molto altro ancora!»

ARTISTI

JANE FONDA
MORGAN FREEMAN
CARLOS SANTANA
JEFF BRIDGES
PETER GABRIEL
HERBIE HANCOCK
CARA DELEVINGNE
NAHKO
XIUHTEZCATL
KALI UCHIS
CARY ELWES
Q’ORIANKA KILCHER
ED BEGLEY, JR.
RACHELLE CARSON BEGLEY
IVAN LINS
LUCIANA SOUZA
FRANCES FISHER
AMBER VALLETTA
MATTHEW MODINE
TOM BERGERON
WENDIE MALICK
ROCKY DAWUNI
BUTTERSCOTCH CLINTON
SCOTT BAKULA
ALFRE WOODARD
CHLOE SMITH (RISING APPALACHIA)
SCOTTIE THOMPSON
BARBARA WILLIAMS
HART BOCHNER
SUYAN CASPI
WAGNER MOURA
GBENGA AKINNAGBE
MATTI CASPI
MICHELLE BARTON
…AND MANY MORE!

LEADER INDIGENI

SONIA GUAJAJARA
ANGELA KAXUYANA
GREGORIO DIAZ MIRABAL
LIZARDO CAUPER
MAPU HUNI KUIN

SCIENZIATI ED ESPERTI

JANE GOODALL
THOMAS LOVEJOY
CARLOS NOBRE
LEILA SALAZAR LOPEZ
ATOSSA SOLTANI
WADE DAVIS
JEAN-MICHEL COUSTEAU
CELINE COUSTEAU
CHRISTINA MILLER

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Peter Gabriel all’evento “WITNESS Un-Gala Live” – VIDEO

Peter Gabriel ha partecipato all'evento live virtuale WITNESS Un-Gala: una celebrazione dei diritti umani e della comunità.

By Old King Cole

Select Language

English English Italiano Italiano

Presenza speciale di Peter Gabriel e performance musicale della Rock 'n' Blues Ballerina, Kimberly Nichole.

GUARDA IL VIDEO DELLA SERATA (PETER GABRIEL E' AL MINUTO 10 CIRCA):

 

In tutto il mondo, WITNESS fornisce formazione, strumenti e guida ai difensori dei diritti umani, utilizzando video e tecnologia per proteggere le voci, la dignità, i diritti e il futuro delle comunità più vulnerabili.

E sostiene le grandi aziende tecnologiche per supportare la difesa dei diritti umani.

Donando a WITNESSpromuovi il coraggio e la capacità dei difensori dei diritti umani.  

WITNESS ha lanciato l'hub di risposta COVID-19 per supportare gli attivisti in prima linea nel racconto di storie sull'impatto della pandemia. 

Per ulteriori informazioni - CLICCA QUI

Facebook Live

Facebook Pagelike Widget

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'

Peter Gabriel, il 19 maggio 1986 usciva l’album “So”

Peter Gabriel - So

Compleanno di So, l'album che, uscito il 19 maggio 1986, ha regalato a Peter Gabriel il successo mondiale totale,  non ancora arrivato con i primi quattro dischi.

Ecco 10 elementi che raccontano la svolta di Peter.


English English Italiano Italiano

by Eugenio Delmale

1. Dopo quattro album in cui tutti i piatti della batteria erano spesso banditi, Red Rain, che apre So, inizia proprio con una spiazzante reintroduzione dei "metalli" inutilizzati. Una significativa rottura con il passato, forse a voler dimostrare che l'autore è un Peter Gabriel nuovo. Il primo suono del brano, infatti, è quello del charleston e dei piatti di Stewart Copeland dei Police, uno dei tanti collaboratori illustri di questo disco.

2. Difficile da credere, ma Sledgehammer è stata inserita nell'album solo all'ultimo momento ed è nata quasi per caso, da un'idea che girava in testa a Peter, ma che non era stata ancora sviluppata, anche se le registrazioni del disco erano quasi ultimate. La sezione ritmica è nata per prima, creata dal nuovo batterista Manu Katché e da Tony Levin al basso, poi la chitarra di Daniel Lanois (altra novità, soprattuto in veste di produttore), infine la sezione di fiati dei Memphis Horns. Il titolo deriva dalle metafore di tipo edile usate da Gabriel e Lanois in sala di incisione. Il singolo arriva quarto in UK e primo in USA, scalzando proprio Invisible Touch dei Genesis. E il video del brano è da record. Leggi QUI l'articolo di Horizons Radio.

3. Riporta Mario Giammetti (in Peter Gabriel. Not one of us, Ed. Segno), che il caratteristico suono del basso di Tony Levin in Don't Give Up, deriva dall'uso dei pannolini della figlia, per ottenere quel tono ovattato. La voce femminile doveva essere inizialmente quella di Dolly Parton, star del country americano, la quale non accetta. Così Gabriel si rivolge a Kate Bush, rimanendo molto soddisfatto. Anche se, scrive Gabriel nelle note di copertina dell'album, restano le radici "gospel/country (...) nel fantastico modo di suonare il pianoforte di Richard Tee". Questo inno alla possibilità di superare gli ostacoli ha aiutato tante persone. "Gabriel ha dichiarato che una ben nota rockstar e un attore comico gli hanno entrambi confessato che la canzone li ha convinti a rinunciare al suicidio". (Daryl Easlea, Senza frontiere. Vita e musica di Peter Gabriel, Ed. Arcana)

4. Insolitamente il testo di That Voice Again è scritto insieme a David Rhodes, il quale, con Gabriel e Lanois, è il terzo artefice principale del disco. Una soluzione cui è dovuto ricorrere il produttore canadese, visto che Peter non si decideva a ultimare le liriche della canzone. E' possibile che Gabriel non riuscisse ad andare avanti per il tema del brano, che fa riferimento alla sua crisi coniugale del momento con Jill. Dopo 10 anni ("per non creare connessioni con i Genesis", ha raccontato alla rivista italiana Ciao 2001), torna nella musica del cantante la chitarra 12 corde, suonata da Lanois. Come accade rarissimamente, il brano inizia con il ritornello.

5. In Your Eyes vede la partecipazione di vari coristi tra i quali Jim Kerr dei Simple Minds e soprattutto il cantante senegalese Youssou N'Dour, che qui canta in lingua wolof. E' verosimilmente una dichiarazione d'amore per Rosanna Arquette, l'attrice americana conosciuta la sera del concerto Six of the Best (leggi e ascolta lo speciale di Horizons Radio). In crisi con Jill da anni, Peter aveva un strana relazione con lei. Sicuramente è la prima canzone d'amore diretta composta da Gabriel nella sua carriera da solista. E dire che inizialmente si intitolava Sagrada Familia ed era ispirata alla Cattedrale di Barcellona e al suo creatore, Antoni Gaudì.

6. Varie voci di Peter sovraincise contribuiscono alla bellezza toccante di Mercy Street. Tra queste, una particolarmente bassa è stata registrata alle sette del mattino, per ottenere un cupezza naturale. Le percussioni sono del brasiliano Djalma Correa, registrate da Gabriel a Rio de Janeiro. Il meraviglioso lavoro al basso è di Larry Klein. Benchè ufficialmente ispirata all'opera quasi omonima della poetessa americana Anne Sexton, Mario Giammetti (in Peter Gabriel. Not one of us, Ed. Segno) riporta un episodio, raccontato dallo stesso Gabriel, che potrebbe aver influenzato il testo: un atterraggio di fortuna, proprio del volo per il Brasile, preso per incontrare Correa.

7. Una prima versione di Big Time, con il titolo Success era stata registrata ai tempi di Security. Terzo singolo dell'album, ha raggiunto l'ottavo posto in classifica negli Stati Uniti, dove apprezzavano il clima funky del brano e la sua filosofia, così vicina al sogno americano, anche se declinata con ironia. Fondamentale nel brano è la drumstick bass guitar, suonata da Tony Levin, che preme le corde, e da Jerry Marotta, che le percuote, ottenendo quel sound caratteristico della parte ritmica, abbinato alla batteria di Stewart Copeland.

8. Registrata originariamente per Melt, poi candidata a entrare in Security, We Do What We're Told (Milgram's 37) è diversa dalle altre tracce del disco, visto che arriva da tempi musicalmente remoti per Peter. Suonata in tour sin dal 1980, infatti, era una vecchia conoscenza dei fan della prima ora. "Sta lì a dimostrare al suo nuovo pubblico che se Gabriel voleva poteva essere ancora inquietante e disturbante". (Daryl Easlea, Senza frontiere. Vita e musica di Peter Gabriel, Ed. Arcana).  Il testo è notoriamente basato su un esperiemento che dimostrava scientificamente la "banalità del male" nazista, tema utilizzato anche dai Genesis nel brano Just A Job To Do (Album Genesis).

9. Il vinile termina con Milgram, ma non le versioni su cassetta e CD, chiuse da This Is The Picture (Eccellent Birds) - e, nelle rimasterizzazioni, da In Your Eyes -, variazioni dettate dall'ossessione di Gabriel per la sequenza dei brani e per la buona miscela tra code e attacchi degli stessi. Inserire This Is The Picture è stata una scelta singolare, visto che, composta con Laurie Anderson,  faceva già parte dell'album dell'artista americana di due anni prima Mister Heartbreak, in una versione diversa e con il titolo Eccellent Birds. Gabriel l'ha voluta temendo di non avere abbastanza materiale, altra bizzarria, visto che disponeva di brani già completi e inediti come Don't Break This Rhythm o Curtains, che invece diventeranno il lato B dei singoli Sledgehammer e Big Time.

10. Infine la copertina e il titolo So. Sorprendentemente l'album esce con una confezione esteriormente normale, con un bel ritratto di Peter realizzato da Trevor Key e nessuna delle stranezze formali presenti in quelle precedenti. Per la prima volta, inoltre, Peter decide di utilizzare un titolo. La rivista Rolling Stone gli ha chiesto il perché. "Il nuovo album ha un titolo universale, - risponde Gabriel -, così la gente non rischierà di comprare due volte lo stesso disco. Sono molto contento di averlo fatto, perché è in linea con il piccolo cambiamento dello stile; volevo che l'album fosse elementare, vivo, naturale". (Cit. in Daryl Easlea, Senza frontiere. Vita e musica di Peter Gabriel, Ed. Arcana). Al grande successo del disco ha contribuito il video di Sledgehammer, oggetto di un altro articolo di Horizons Radio - LEGGILO QUI. Ecco come Stephen R. Johnson e Peter Gabriel hanno realizzato questo e i successivi.

© Horizons Radio. Riproduzione riservata.

Non hai ancora So di Peter Gabriel? CLICCA QUI E COMPRALO
Qual è il migliore album di Peter Gabriel? CLICCA QUI E DI' LA TUA

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'










Peter Gabriel all’evento The Call to Unite. Ascolta (e leggi) le sue parole – VIDEO

Peter Gabriel partecipa all'evento globale The Call to Unite.

By Old King Cole

Select Language

English English Italiano Italiano

24 ore di canti, danze, meditazioni e molto altro ancora.

Who will wear the crown?

The alien conqueror is coming to town

Nobody knows who’ll be wearing his crown ‘till we count out the numbers and know just who’s down

Oh, the alien conqueror is coming to town

A moment’s been caught and a boat goes adrift Its duty and love and life their last gift

And we cheer for this frontline as they head for their shift

We’re alone, we’re together and there’s the lift

And friends they’re drowning as boats come apart

So many cut short, so much hurt in the heart

We all come to naught when we share out this crown

And the kings and the queens of each family fall down

Stars up above us on this empty London street

A springtime’s fill of life alive the air so soft and sweet

The world is turning once again and when the wheel will stop

The world will form as something else and then the coin will drop

And out come all the questions, the questions we don’t ask

As we close in from a distance and stay protected by the mask

For all of you who’ve fallen, no more is it your task

We’ll make sure that light’s infectious, that’s still glowing in your cask

© Peter Gabriel – 2020

da: Peter Gabriel Newsletter Peter Gabriel Newsletter

Del suo contributo dice:

"Sono molto felice di partecipare a questo evento Call to Unite e sono felice che molto del denaro raccolto in queste 24 ore vada direttamente alle persone che ne hanno più bisogno. Qualcuno mi ha chiesto qualche riflessione su quello che sta succedendo e ho scritto alcune parole, che potrebbero diventare una canzone in futuro...".

Horizons Radio News

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. Latest News
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Genesis & Co. News of the Week
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ascolta Genesis & Co.anche su:

Aiuta Horizons Radio




LEGGI PERCHE'